Ancona, 30 giugno 2017 - Non solo appuntamenti all’insegna della musica o del relax da spiaggia, ma anche un’attenzione alle tradizioni, alla cultura del buon cibo e dello stare insieme. Con un territorio che unisce costa e collina, le Marche si preparano ad offrire eventi enogastronomici per tutti i palati, da quelli più delicati a quelli che non si spaventano dei sapori forti e veraci. Ecco le cinque sagre da non perdere nel mese di luglio.

Sagra della Crescia sul panaro - Castelplanio (AN) Da giovedì 13 a domenica 16 luglio il paese sui colli anconetani aprirà le porte di Piazza Libertà all’edizione numero quarantaquattro della tradizionale festa. Piatto povero a base di acqua, farina di grano tenero e farina di mais, la crescia di polenta sarà servita in versione dolce e salata, adattata a tutti i gusti. Un evento imperdibile per chi si troverà nei paraggi di questo comune di poco più di tremila abitanti, in cui trascorrere una quattro giorni di divertimenti con i propri cari a base di buon cibo, balli scatenati grazie alla discoteca giovani in programma tutte le sere, appuntamenti letterari e concerti per tutte le età.

Festa del vino - Pergola (PU) A pochi settimane dall’inizio della vendemmia, il borgo in provincia di Pesaro Urbino dedicherà uno dei weekend centrali della stagione estiva alla bevanda tanto cara a Bacco. In programma da venerdì 21 a domenica 23 luglio, la rassegna aprirà le porte di otto cantine del territorio in cui turisti e locali potranno apprezzare le prelibatezze tipiche, accompagnate da musiche e animazioni che allieteranno la tre giorni. Non mancheranno inoltre attività rivolte ai più piccoli, per un appuntamento rivolto a tutta la famiglia.

Festa della trebbiatura e sagra dell'oca - Monte Roberto (AN) Una doppia ricorrenza, quella in calendario a Monte Roberto da giovedì 13 a domenica 16 luglio, dedicata al rito della trebbiatura e all’oca, con un programma denso di attività e appuntamenti. Dalle partite a burraco e briscola al motoraduno delle Aquile del Conero, passando per le esibizioni musicali, come quella dell’orchestra Trio Italiano, gli eventi centrali saranno l’aratura prevista per il sabato e la domenica e l’apertura degli stand gastronomici che daranno l’occasione di assaggiare primi piatti, conditi con sugo di papera, e l’oca arrosto, oltre a ulteriori prodotti caratteristici della zona.

Sagra del Maialino alla Brace - Camporota di Treia (MC) Dalla preparazione lunga e certosina, con salatura lunga cinque giorni, è il maiale il protagonista indiscusso della sagra che il paese del maceratese ospiterà da giovedì 20 a domenica 23 luglio. Quattro giorni all’insegna della cucina dai ritmi lenti e pacati, con la carne che diventerà succulenta al calore delle braci, secondo il metodo asado, per una festa - giunta al trentesimo anno di vita - che darà l’opportunità di gustare le ricchezze enogastronomiche del territorio divertendosi grazie a rievocazioni storiche e raduni.

Sagra del coniglio in porchetta - Serra San Quirico (AN) A chiudere il mese a suon di appuntamenti culinari sarà la rassegna che si terrà a Castellaro, località del borgo anconetano abitato da meno di tremila anime. Il coniglio servito in porchetta avrà le attenzioni di turisti e autoctoni, che da venerdì 28 a domenica 30 luglio potranno dedicarsi interamente a soddisfare i propri palati e a divertirsi con appuntamenti musicali e ludici, per una festa che ormai organizzata da oltre mezzo secolo.