Senigallia (Ancona), 27 dicembre 2017 - Ladri senza cuore, ripulite tre abitazioni dell’hinterland la notte di Natale. Falliscono i colpi in centro storico e nella prima periferia. Non si sono fermati nemmeno di fronte alle festività natalizie ed hanno approfittato dell’assenza di alcune famiglie che domenica sera si erano allontanate per prendere parte alla messa di Natale. Ignoti hanno messo a segno due furti, il primo, ai danni di un’abitazione di Corinaldo, dove si sono introdotti dopo avere forzato una finestra. Una volta dentro, hanno rovistato un po’ ovunque ed hanno trafugato monili in oro per circa 200 euro.

Stesso copione ad Ostra dove i ladri hanno però portato via due televisori per un valore di circa 400 euro. Sabato sera invece, dopo avere forzato una finestra, erano entrati in un’abitazione di Belvedere Ostrense, dove una volta dentro, si sono messi alla ricerca di oggetti di valore: la refurtiva, alcuni monili in oro, ammonta a circa 300 euro. I furti sono stati denunciati ai carabinieri che hanno avviato le indagini, i militari non escludono che possa trattarsi della stessa banda di malviventi. Ignoti hanno tentato alcuni colpi anche a Senigallia: domenica notte, al loro rientro, alcuni residenti del centro storico hanno notato dei segni di effrazione nella porta d’ingresso, dovuti al tentativo d’introduzione da parte di alcuni malviventi. Sono tre gli appartamenti, tra corso 2 Giugno e piazza Roma, dove sono stati riscontrati segni di effrazione. L’accaduto è stato segnalato alla Polizia.

Ma i ladri non si sono fermati nemmeno il giorno di Natale, approfittando della temporanea assenza dei proprietari di un’abitazione a Borgo Bicchia e a Cesano. Nel primo caso, hanno cercato di forzare il portone d’ingresso, ma hanno dovuto rinunciare al colpo, forse a causa dell’arrivo di qualcuno. A Cesano invece, sono stati messi in fuga dal cane del vicino di casa. Sono stati i residenti dell’abitazione adiacente ad accorgersi che qualcuno stava cercando di entrare nella casa a fianco. Il cane ha iniziato ad abbaiare, attirando l’attenzione dei padroni che sono usciti ed hanno visto due persone scavalcare la recinzione della casa adiacente e mettersi in fuga a piedi. Immediata la chiamata ai proprietari che al loro rientro, non hanno constato che quanto accaduto, era fortunatamente solo un tentativo di furto.