Ancona, 17 marzo 2017 - Un bidello di 50 anni è stato arrestato perché molestava sessualmente a scuola studentesse con meno di 16 anni, infastidendole in modo inappropriato in ascensore o dentro uno stanzino e lasciandosi andare ad apprezzamenti spinti. Ieri l’uomo è stato arrestato in casa dai carabinieri di Brecce Bianche a Ancona per violenza sessuale aggravata, in esecuzione di un’ordinanza di custodia emessa dal gip Carlo Cimini.

Alcune settimane fa una ragazzina aveva raccontato ai genitori di aver subito le attenzioni particolari del bidello. Per questo i militari avevano piazzato microspie e telecamere nell’edificio, immortalando l’uomo in atteggiamenti inequivocabili. Al momento sono tre le ragazzine che hanno denunciato di aver subito da lui molestie sessuali.

L’inchiesta è coordinata dal pm di Ancona Serena Bizzarri che ha sollecitato l’applicazione della misura cautelare. Il 50enne si trova ai domiciliari con l’accusa di aver compiuto atti sessuali su ragazzine con meno di 16 anni a lui affidate per ragioni di educazione e istruzione.