Ancona, 13 settembre 2017 - Arrivano le prime piogge stagionali... e l’ascensore si ferma. ‘Stop’ ieri mattina all’impianto di risalita del Passetto a seguito di una serie di allagamenti avvenuti sia sulla terrazza della struttura, appena rimessa a nuovo e inaugurata il 21 giugno scorso, sia nel vano corsa dei due ascensori.

Intorno alle 11, con del nastro adesivo sono state chiuse le bocchette delle macchine obliteratrici e di emissione biglietti mentre sul display di chiamata è comparso il simbolo del «divieto di accesso – fuori servizio». Nel frattempo, sul posto sono giunti da Roma i tecnici che avevano lavorato all’impianto, insieme agli architetti Sergio Roccheggiani e Marco Battistelli dello studio dorico che si era occupato della nuova veste dell’opera, simbolo della spiaggia anconetana.

UN SOPRALLUOGO durato alcune ore, durante il quale sono stati esaminati tutti e tre i piani, compresa la terrazza di mezzo non accessibile al pubblico, per capire quali soluzioni immediate si devono intanto effettuare. Le corse sono state dunque sospese a causa della penetrazione dell’acqua piovana nella tromba dell’ascensore, documentata nei giorni scorsi anche con alcune foto e video pubblicati e condivisi nei social. Acqua che si sarebbe accumulata a causa della pendenza di alcuni punti della terrazza che, invece di farla defluire verso l’esterno, la inglobava all’interno. Anche alcuni degli interstizi tra un pannello di vetro e l’altro, sono stati ripuliti a causa di sigarette e sporcizia che si erano andati ad accumulare ‘tappando’ la via di fuga.

I tecnici comunali e i progettisti hanno effettuato dunque, insieme al personale della Conerobus, il sopralluogo prendendo le misure in più punti per evitare il ripetersi dei disagi e valutare eventuali danni alla struttura che al momento però non risultano.

«Interventi – ha poi spiegato il Comune tramite una nota stampa – di manutenzione. I lavori derivano dai problemi causati dalle recenti piogge, tutti risolvibili ma che, per giusta cautela, hanno comportato la chiusura dell’impianto. Le criticità sono state poste all’attenzione dei progettisti e della direzione lavori».

Diverse le persone che anche ieri mattina erano dirette in spiaggia e che si sono trovate di fronte all’improvvisa impossibilità di utilizzare l’ascensore, optando quindi forzatamente per l’utilizzo della scalinata.