Ancona, 25 ottobre 2017 - E' scomparsa dal 9 ottobre scorso, da quando gli amici non riescono più a contattarla al telefono che risultava prima irraggiungibile e successivamente spento. Sono stati proprio loro a fare la denuncia qualche giorno più tardi, lunedì 16, ai carabinieri di Cingoli con il timore che possa esserle accaduto qualcosa. Di Renata Rapposelli, nota ad Ancona come la pittrice ‘Reny’, sono 15 giorni che non si hanno più notizie. L’allarme, lanciato dal Maceratese, ha avuto subito eco anche in città dove la donna, che proprio ieri ha compiuto 64 anni, vive da sempre e dove ha gestito anche un piccolo atelier al civico 5/B di corso Amendola nel quale creava le proprie opere e le vendeva al pubblico.

La preoccupazione tra amici e conoscenti si è fatta maggiore quando le forze dell’ordine sono andate nella sua abitazione in centro e, con l’aiuto dei vigili del fuoco, sono entrati nel suo appartamento non trovando però nulla se non il documento di identità lasciato in una delle stanze. Un allontanamento sospetto e, a detta dei tanti amici, anche inspiegabile dato che ‘Reny’ viene descritta come una persona molto solare e amante della compagnia.

Nata a Chieti, la donna vive ormai da qualche anno da sola soprattutto dopo aver chiuso il proprio laboratorio artistico aperto per la passione che si portava dietro dopo aver frequentato l’Accademia di Belle Arti de L’Aquila. I suoi dipinti «si trovano in numerose collezioni private nazionali ed estere – come riportano le biografie di ‘Reny’ – e sono presenti in numerosi cataloghi nazionali e internazionali quali: New Art 2000 II edizione; Aspetti Storici dell’Arte Contemporanea; l’Elite Varese; il Dizionario Enciclopedico - Internazionale d’Arte Moderna e Contemporanea» ed altre. Tante anche le mostre personali allestite, ben 30, mentre 47 sono le collettive al punto che, nel dicembre 2000, ha ricevuto la «Targa d’oro alla Carriera» a Sanremo. Nel 2010 invece, a presentarla in televisione all’interno di uno dei suoi appuntamenti, fu Andrea Di Pre’. Una puntata visibile anche su YouTube.

Ad indagare sulla scomparsa della pittrice, sono ora i carabinieri della Stazione di Ancona Centro che tuttora non sono riusciti a rintracciare la donna pur avendo avviato immediatamente le ricerche. L’unica cosa che al momento si sa, è che Renata Rapposelli aveva riferito agli amici che doveva assentarsi da Ancona, ma per poco. Un breve viaggio all’interno delle Marche ma proprio il fatto di non aver portato con sé la carta d’identità e avere il cellulare spento da oltre una settimana, sta tenendo gli amici con il fiato sospeso e il timore che le sia accaduto qualcosa di grave non avendo più, nessuno di loro, sue notizie.