Senigallia, 11 settembre 2017 - Bagnino aggredito dal branco. L’uomo ha riportato lesioni guaribili in dieci giorni. Un 44enne di Trecastelli, gestore di uno stabilimento balneare sul Lungomare Da Vinci, è stato aggredito la scorsa notte da un gruppo di giovani. L’uomo si trovava all’interno dell’office quando ha sentito dei rumori provenire dalla spiaggia: ha impugnato una mazza da baseball e poi si è avvicinato alla riva per verificare cosa stesse accadendo. Di fronte a se ha trovato un gruppo di giovani, sette o otto, che stavano usando le sue attrezzature. Il bagnino ha chiesto loro di allontanarsi, ma questi hanno iniziato ad insultarlo e uno di loro gli è andato incontro per aggredirlo. Il 44enne si è difeso e con la mazza da baseball che aveva in mano lo ha colpito.

Il branco si è ribellato, lo ha accerchiato e disarmato e poi, dopo averlo scaraventato a terra, ha iniziato a colpirlo ripetutamente con calci e pugni. Il 44enne ha iniziato a gridare, le sue urla hanno attirato l’attenzione di due dipendenti del «Luna Rossa», ristorante pizzeria sito a pochi passi dallo stabilimento balneare. Immediato l’allarme ai carabinieri, ma all’arrivo dei militari, il branco si era già dato alla fuga, preoccupati di essere stati scoperti dai dipendenti del locale, a bordo di due utilitarie. I carabinieri sono già sulle loro tracce, ma nessuno ha sporto denuncia. Il 44enne è stato ascoltato dai carabinieri che stanno indagando sull’accaduto. Dopo avere trascorso una notte insonne, l’uomo ieri mattina si è recato al Pronto Soccorso dell’ospedale di Senigallia: i medici gli hanno diagnosticato contusioni al rachide cervicale, ad una costola e ad un gomito. Il 44enne ha inoltre riportato un lieve trauma cranico. La prognosi è di dieci giorni. Il branco rischia una denuncia per lesioni personali aggravate.

Quella avvenuta domenica notte, non è l’unica aggressione che si è verificata ai danni di un bagnino: era già accaduto lo scorso luglio, quando il titolare dello stabilimento del lungomare Marconi 'Bagni Roberto 44', era stato aggredito all’alba da alcuni giovani. Anche in quell’occasione l’uomo li aveva sorpresi armeggiare nelle sue attrezzature ed aveva chiesto loro di allontanarsi, ma poi è stato colpito con un calcio. A subire danneggiamenti nella notte era invece stato lo stabilimento balneare del lungomare Dante Alighieri 'Bagni Marta'.