Ancona, 28 dicembre 2017 - L’Aou ha acquisito e installato una Tac di ultimissima generazione: la Somatom Force della Ditta Siemens (FOTO), che per le sue caratteristiche tecniche estremamente innovative e di elevatissima qualità viene considerata una tecnologia di altissimo livello e unica in alcuni aspetti.

Scansione total body su bambini in un secondo, cinque secondi per gli adulti, utilizzo di un quinto del mezzo di contrasto usuale. La Tc Somatom Force degli Aou è la prima installazione in un ente pubblico, agli Ospedali riuniti appunto di Ancona, Infatti in Italia sono state installate solamente altre due Tc in istituti privati. Questa tc infatti è l’unica dotata di due tubi radiogeni che ruotando a 0,25 sec emettono fasci di radiazione a energie differenti che permettono di analizzare in dettaglio in un’unica scansione tutti i tessuti del corpo umano dall’osso al grasso, con la tecnica Turbo Flash spiral si raggiungono altissime velocità di scansione fino a 737 mm/sec, una scansione del torace viene effettuata in meno di un secondo e senza la necessità di apnea del paziente, l’intero corpo viene scansionato in meno di cinque secondi.

L’altissima velocità di scansione rende questa tc particolarmente performante negli esami cardiaci che possono essere eseguiti a qualsiasi frequenza del battito evitando la preparazione del paziente e consentendo l’esame su qualsiasi soggetto, cosa oggi non sempre possibile con le attuali tecniche. La modalità di acquisizione turbo flash è anche la soluzione per la scansione dei pazienti più critici (es. pazienti obesi e politraumatizzati, pazienti pediatrici non collaboranti, pazienti che non riescono a trattenere a lungo il respiro).

Un altro aspetto peculiare di questa tecnologia è la riduzione della dose assunta dal paziente nell’esame tac che generalmente è rilevante e in alcuni casi ne limita gli impieghi , infatti la tac Somatom Force adotta sistemi di riduzione della dose tali che risulta particolarmente indicata per i pazienti pediatrici sia per la bassa dose che per l’alta velocità di esecuzione dell’esame che non richiede la sedazione. La tac Somatom Force è particolarmente adatta per effettuare diagnosi precoci grazie ai bassi valori di dosaggio, mai raggiunti prima.

La riduzione di dose fino al 50% rispetto alle precedenti tac di fascia alta, è garantita dalla modalità di acquisizione “Turbo Flash Mode” e dall’uso di due filtri speciali - Selective Photon Shield - che ottimizzano lo spettro dei raggi X e migliorano significativamente il contrasto aria-tessuti molli. Esami eseguiti presso l’University Medical Centre Mannheim hanno dimostrano che con Somatom Force è possibile effettuare scansioni dell’intero torace con valori di dose di 0,1 mSv - anche in situazioni cliniche di routine: dosi veramente irrilevanti.

Le prestazioni di questa tac consentono, oltre alla riduzione di dose da radiazioni, anche quella della dose di mezzo di contrasto diminuendo le criticità per i pazienti con insufficienza renale e le reazioni da mezzo di contrasto. Gli Ospedali Riuniti si preparano per primi in Italia all’appuntamento con la “certificazione della dose di radiazioni somministrata ai pazienti” prevista dalla Legge per i prossimi anni. Si stima che oltre il 40% delle radiografie tradizionali potranno essere sostituite da tac senza alcuna nocività conseguente. Si tratta di una vera e propria rivoluzione che cambia anche la definizione precedente di diagnosi e cure appropriate. Attraverso l’innovazione tecnologica è possibile conseguire una maggiore efficacia assieme a maggiore efficienza che, concretamente significa abbattere i tempi di attesa e l’accessibilità al Servizio Sanitario.