Ancona, 9 novembre 2017 - Un milione di euro di aiuti per le aziende marchigiane delle località inserite nel cratere sismico e sussidi fino a 10 mila euro per ogni assunzione a tempo indeterminato. I nuovi incentivi arrivano tramite la pubblicazione dell'avviso per la concessione di un milione di euro (Fse 2014-2020) di finanziamenti alle imprese con sede legale nelle Marche che assumono tirocinanti residenti nelle aree del cratere. Il provvedimento fa seguito all'attivazione, nei mesi scorsi, di 800 tirocini per un totale di 2,8 milioni di euro.


Con questo nuovo avviso si intende concedere aiuti ad un minimo di cento aziende che assumono i tirocinanti. L'importo massimo dell'incentivo è di 10 mila euro in caso di assunzione con contratto a tempo indeterminato che deve essere mantenuto per almeno tre anni. Cinquemila euro, invece, in caso di assunzione con contratto a tempo determinato di almeno 24 mesi.

"La Regione - spiega l'assessore al lavoro, Loretta Bravi - per sostenere la ripresa sociale, economica e produttiva delle zone maggiormente colpite dai gravi eventi sismici del 2016, ha programmato alcune misure di politica attiva che sostengono sia il reinserimento nel mercato del lavoro di soggetti che sono stati espulsi, sia le imprese che intendono assumere personale".