Ancona, 18 agosto 2016 -  Nuovi avvistamenti sul Monte San Vicino.  Un oggetto non identificato sarebbe stato notato in cielo nei giorni scorsi nell'area del massiccio del Monte San Vicino, in provincia di Anconam,  ed è subito partita la caccia all'ufo. A darne notizia è il ricercatore indipendente Danilo Baldini, che sostiene di aver raccolto alcune testimonianze di persone che avrebbero visto "una luce rossastra stazionare o compiere evoluzioni sulle montagne".

L'avvistamento, spiega l'esperto,  "sarebbe avvenuto domenica 14 agosto verso le 21 sul Monte Cipollara, una montagna alta 1.200 metri a ovest del San Vicino. L'ufo, o meglio la luce rossastra, sarebbe stata  notata da alcuni testimoni oculari sorvolare a bassa quota per alcuni minuti la strada che, risalendo il Monte conduce all'Eremo dell'Acquarella e al valico della Caprareccia. Poi, improvvisamente, l'oggetto è risalito ad alta velocità, dirigendosi   verso Pian dell'Elmo". Anche il Monte Cipollara non è nuovo ad avvistamenti di oggetti non identificati: nel 1980, ricorda il ricercatore, "il titolare di un ristorante di Pian dell'Elmo disse di aver visto un oggetto volante non identificato che, secondo lui, era addirittura atterrato sul monte Cipollara".

Nel 2014, sempre nella stessa zona, un ragazzo scattò per caso una foto del panorama del San Vicino e nello sviluppo "apparve la sagoma di qualcosa che sembrava un disco volante". 

La notte di Ferragosto, inoltre, in provincia di Rovigo tre ragazzi hanno dichiarato di aver avvistato una luce luminosa anomala e 'non identificata', scattando anche delle foto.