Falconara (Ancona) 6 dicembre 2016 - E’ stata acquisita dal gruppo Fileni la storica azienda agricola di Rocca Priora, fondata nel 1927 e gestita finora dalla famiglia Baldoni. La notizia dell’acquisizione non è stata ancora ufficializzata, ma in via ufficiosa arrivano conferme dalla Fileni, terzo player nazionale nel settore delle carni avicole e primo produttore italiano di carni bianche da agricoltura biologica.

L’azienda agricola di Rocca Priora, oltre a vantare una storia quasi secolare, è stata anche una delle più innovative della zona: nel 2006 ha introdotto la filosofia dei prodotti a chilometri 0, attraverso la creazione di uno spaccio aziendale in cui era possibile acquistare il latte, le carni e i formaggi provenienti direttamente dall’allevamento della Tenuta.

I clienti, oltre ad acquistare i prodotti dell’azienda agricola, avevano anche la possibilità di consumarli all’interno della fattoria: davanti allo spaccio, ricavato da una casa colonica completamente ristrutturata, era stato allestito un giardino attrezzato con quattro griglie pronte all’uso. Chi acquistava le carni dell’allevamento di Rocca Priora poteva così cucinarle e mangiarle sul posto, nel giardino oppure all’interno della casa colonica.

Da alcuni mesi lo spaccio è chiuso, così come le stalle che un tempo ospitavano l’allevamento di bovini, ovini e suini, sigillate da pannelli di metallo. La famiglia Baldoni ha avviato una serie di trattative per la vendita della tenuta, fino all’accordo definitivo con Fileni.

Tra i pretendenti, stando a indiscrezioni, c’era anche l’azienda agricola Del Poggio, proprietaria del terreno in cui sorge la ex Montedison e titolare di un allevamento avicolo limitrofo alla Tenuta di Rocca Priora. La famiglia Baldoni avrebbe comunque deciso di mantenere la proprietà sul castello di Rocca Priora, simbolo dell’azienda agricola ed edificio storico di Falconara.

L’intenzione di vendere la Tenuta era stata manifestata all’indomani dell’approvazione del progetto del bypass ferroviario: i binari, con il nuovo tracciato, avrebbero comunque tagliato in due la proprietà della famiglia Baldoni, separando il castello di Rocca Priora dall’azienda agricola.