Ancona, 11 agosto 2017 - E' il giorno di Gianmarco Tamberi. Stamattina alle ore 12.15 ai Mondiali di Londra (il programma) l’altista anconetano terrà tutta la città attaccata a televisori, tablet e smartphone - dirette su RaiSport, RaiDue ed Eurosport - per cercare la misura utile per entrare in finale. 

LA KERMESSE iridata vede Gimbo tornare in quello stadio in cui si affacciò alle Olimpiadi, nell’estate di cinque anni fa: poco più di un anno fa il brutto infortunio di Montecarlo, quindi le due operazioni, la lenta ripresa, il 2,27 e il 2,28 saltato due volte negli ultimi periodi. 

TAMBERI è pronto e vuole una medaglia, perché sa di valere ben di più di quanto mostrato negli ultimi mesi – e d’altra parte il suo record italiano, quel 2,39 stabilito proprio a Montecarlo nel luglio 2016, parla chiaro –, perché sta lentamente ritrovando le sensazioni dei giorni migliori, perché è sostenuto dal tifo di Ancona e dintorni. Tamberi è popolare, apprezzato e seguito da tanti appassionati della disciplina, ma anche molto conosciuto in città per il suo amore per il basket, le sue dichiarazioni nella conferenza stampa di mercoledì scorso hanno lasciato trasparire l’ottimismo con cui «half-shave» si avvicina alla gara odierna, quella che gli deve assegnare il pass per la finale in programma domenica alle 20. 

HA RACCONTATO dei momenti difficili di questo lungo Calvario, del sostegno di altri atleti di calibro mondiale, ha spiegato come non veda l’ora di saltare, per liberarsi della pressione, per cercare nuovamente quelle sensazioni positive che, seppure in modo ancora non continuativo, ha ritrovato. Gianmarco ringrazia dal web, sulla sua pagina di Facebook: «A tutti voi che mi avete permesso di essere qui... a tutti voi che quando stavo per mollare anche solo un secondo mi avete dato un abbraccio o scritto una parola... a tutti voi che comunque vada non rimarrete delusi perché sapete che quanto abbiamo sofferto ci porterà a vittorie ben più grandi... a tutti voi che ogni singolo giorno come me ci avete messo il cuore, la speranza e la convinzione di potercela fare... a tutti voi... grazie, dal profondo dell’anima». 

E QUINDI si carica e incita tutti i suoi sostenitori per la gara odierna: «It’s time! Domani mattina – scriveva ieri Gimbo - 12.15 ora italiana... tutti in piedi nel divano per tornare a spiccare il volo con la maglia azzurra! Ora più che mai... Fly or die guys! Let’s goooo!». 

TAMBERI è tornato, carico come una molla per la rassegna iridata londinese, pronto a inseguire un altro traguardo, a volare, trasformando in realtà un altro sogno, e ricominciare a stupire il mondo. Tutta Ancona è con lui. Forza, mezzabarba, il gioco si fa duro.