Ascoli, 13 febbraio 2018 - Piove sul bagnato per Mengoni, uno degli ultimi highlander rimasti ancora in rosa a distanza di quattro campionati dall'avvio del progetto tecnico nato con l'arrivo del presidente Bellini. Il difensore dell'Ascoli dopo aver dovuto fare i conti nella settimana scorsa con un risentimento alla caviglia, stavolta è stato costretto a saltare la ripresa degli allenamenti, avvenuta stamattina al Picchio Village, a causa di uno stato influenzale. Una stagione davvero travagliata quella del 34enne che non è mai riuscito a poter prendere in mano i compagni nei momenti difficili. E purtroppo in campo la sua esperienza rappresenta un fattore che è spesso venuto a mancare dietro. Oltre a lui a riposo anche Varela, uscito anzitempo sabato contro l'Empoli per un trauma contusivo alla testa. Lavoro differenziato, invece, per Rosseti, Gigliotti, e Cherubin. L'ex Verona sta cercando di smaltire l'affaticamento muscolare al quadricipite, ma sembra ancora lontano dal completo recupero della condizione fisica. Assenti infine i nazionali De Santis, D'Urso e Clemenza che ieri sono scesi in campo nel test disputato tra la nazionale B Italia allenata a da Piscedda e l'under 20 di Guidi e terminato col risultato di 2-2. Tutti e tre torneranno a disposizione di Serse Cosmi e del suo staff nella seduta di domani in programma alle 14,30.

Intanto a Viareggio il centravanti Favilli sta davvero facendo di tutto per accelerare i tempi del rientro dopo il brutto infortunio al crociato che lo vide finire ko nella gara di Parma dello scorso 18 novembre poi terminata con un'amara e sonora sconfitta per 4-0. Il classe '97 che, a seguito dell'intervento aveva iniziato la riabilitazione al centro Akos Medical di Viareggio, proprio qualche giorno fa era riuscito a tornare sul tapis roulant per riprendere ad allenarsi con una corsa molto blanda. Un segno chiaro che non è passato inosservato agli occhi dei tanti tifosi del Picchio. Nella migliore delle ipotesi lo staff tecnico di Serse Cosmi spera di poter avere a disposizione il 21enne a fine aprile per le ultime cinque e decisive gare di campionato che vedranno i bianconeri rispettivamente impegnati contro Perugia, Entella, Avellino, Pescara e Brescia. Ma anche poter sfoderare un elemento come lui nelle ultime tre o quattro gare potrebbe consentire all'Ascoli di conquistare gli ultimi e decisivi punti in palio per la salvezza. Di certo nelle prossime settimane le tempistiche potranno essere delineate in maniera più netta.

La vendita dei tagliandi per assistere alla gara di domenica contro il Frosinone è iniziata questa mattina alle 10. Proprio nella giornata di lunedì il Frosinone Calcio aveva reso noti termini e prezzi di acquisto relativi al settore ospiti che ancora una volta vedrà i calorosi sostenitori bianconeri essere presenti per incitare i propri beniamini. I biglietto resteranno in vendita fino alle ore 19 di sabato, senza l'obbligo di esibire la tessera del tifoso, esclusivamente nei punti vendita autorizzati del sistema bookingshow e online. Il prezzo del biglietto relativo al settore ospiti, riservato ai sostenitori ascolani, è di 25 euro. Non è attivo il ‘porta un amico’.