Ascoli, 30 novembre 2017 - Il tecnico del Perugia Roberto Breda stamattina ha mandato in avanscoperta al Picchio Village non una, ma ben due spie, per filmare e fotografare tutte le varie fasi del lavoro effettuato in campo dall'Ascoli. I biancorossi contro le formazioni di bassa classifica in questa prima fase del campionato ha mostrato di fare fatica e proprio per evitare di ripetere lo stesso errore il tecnico degli umbri ha mostrato la chiara intenzione di non voler sottovalutare l'avversario.

Gli uomini di Fiorin invece, cercheranno di tornare a casa con almeno un punto per poi tentare (tra le mura amiche) l'assalto all'Entella dell'ex Aglietti. Tutti disponibili, eccetto i lungodegenti, nella seduta di ieri dove il gruppo è stato impegnato sul campo in un lavoro incentrato sui duelli e a seguire in una partita a campo ridotto. Come anticipato nei giorni seguenti anche D'Urso ha svolto l'intera seduta con i compagni dopo il problema all'adduttore che lo aveva tenuto fermo ai box.

Immancabile la presenza a bordo campo del terzino sinistro Mignanelli, presente ogni mattina in stampelle per non far mancare la propria vicinanza. La squadra pare aver ritrovato serenità e fiducia. Gli interpreti sono parsi in crescita compresi Perez a Addae che si candidano per una maglia da titolare. Oggi alle 14,30 i bianconeri torneranno in campo al Picchio Village. 

La direzione del posticipo di Perugia è stata affidata al fischietto di Valerio Marini della sezione di Roma. I precedenti con lui non sono affatto confortanti: nelle 9 gare dirette soltanto 2 i successi portati a casa dall'Ascoli (Livorno e Carpi). Marini sarà coadiuvato da Gianluca Sechi di Sassari e Niccolò Pagliardini di Arezzo, quarto uomo ufficiale Goisuè Mauro D'Apice, anche lui di Arezzo.