Terni, 21 ottobre 2017 – Al Liberati nel caldo pomeriggio umbro Ascoli e Ternana non vanno oltre l'1-1. Gara piacevole quella che ha visto i bianconeri passare in vantaggio con Favilli nel secondo tempo per poi essere subito ripresi dai padroni di casa con Montalto. In campo nel consueto 4-3-3 dell'Ascoli soltanto una la sorpresa sfoderata dal duo Fiorin-Maresca: l'impiego di Cinaglia a sinistra nella consueta linea difensiva. L'esclusione di Pinto ha tutto il sapore di una chiara bocciatura. Nel tridente offensivo invece, come anticipato in settimana, è Clemenza a prendere il posto dell'infortunato Baldini. Le Fere di Pochesci, sulle ali dell'entusiasmo, rispondono con un 3-4-3. Nel pacchetto arretrato non ce la fa Favalli, mentre sulla mediana rientra Paolucci. In attacco infine il tecnico della formazione umbra rinuncia al trequartista centrale per schierare Carretta come attaccante esterno di sinistra.

In una sfida vivace fin dalle prime battute il primo vero sussulto dell'incontro è di marca umbra. Albadoro non ne approfitta di testa su un uscita errata di Lanni sugli sviluppi di un corner. Poco più tardi Favilli viene cinturato in area da Gasparetto, ma Nasca di Bari lascia correre. La prima frazione di gara non offre nulla di più al pubblico del 'Liberati'. Al rientro delle squadre in campo per la seconda frazione i tifosi dell'Ascoli devono fare i conti con una brutta sorpresa. Il portiere Lanni non ce la fa e così tocca a Ragni scendere in campo tra i pali. Il numero uno di Alatri è costretto ad alzare bandiera bianca a causa di un dolore alla spalla destra riportato in seguito allo scontro con Signorini. Al quarto d'ora della ripresa ci prova ancora la Ternana con Albadoro: il suo sinistro termina alto di poco sulla traversa. I padroni di casa acquisiscono sicurezza col trascorrere dei minuti e poco più tardi è Montalto, sul prezioso cross di Carretta dalla sinistra, a sciupare tutto di testa da due passi dalla linea di porta. L'Ascoli prova a reagire con Favilli che però non riesce ad impattare dal limite dell'area piccola sul preciso servizio di Clemenza.

A sorpresa l'Ascoli passa. Un giro di lancetta prima della mezz'ora è ancora Favilli a colpire le Fere, proprio come la gara del 30 dicembre 2016. Sul tentativo al volo da fuori area di Cinaglia, l'attaccante bianconero da vero bomber spizza la sfera di testa infilandola alle spalle di Bleve: è la terza marcatura in due gare per il talento classe '97. Sugli spalti esplode il boato dei mille tifosi del Picchio. Ma la gioia dei sostenitori ascolani dura soltanto pochi minuti. Dal calcio d'angolo di Paolucci arriva la pronta risposta dei padroni di casa che con l'inzuccata di Montalto fanno 1-1. Gli uomini di Pochesci prendono il sopravvento e vanno vicinissimi al sorpasso. Ancora Montalto manca il tap-in ciccando incredibilmente il pallone. Al triplice fischio finale di Nasca il risultato non cambia. Gli uomini di Fiorin e Maresca portano a casa il quarto pareggio consecutivo e in classifica restano sempre nel gruppone di fondo.

 

Risultati e classifica della serie B.



Il tabellino

TERNANA-ASCOLI 1-1


TERNANA (3-4-3): Bleve; Valjent, Gasparetto, Signorini; Varone, Paolucci, Defendi, Tremolada (39' st Candellone); Montalto, Albadoro (27' st Zanon), Carretta. All. Pochesci.

ASCOLI (4-3-3): Lanni (1' st Ragni); Mogos, Padella, Gigliotti, Cinaglia; Carpani (14' st D'Urso, Buzzegoli, Bianchi; Clemenza, Favilli (32' st Rosseti), Varela. All. Fiorin-Maresca.

Arbitro: Nasca di Bari.

Marcatori: 29' st Favilli, 34' st Montalto.

Note: spettatori 3.747 (di cui 1.000 ospiti circa) per un incasso complessivo di 52.123,81 euro; corner 4-3 per la Ternana; recupero 1' pt, 3' st.

 

Rivivi il play by play della partita cliccando qui.