Ascoli Piceno, 19 luglio 2017 - Si va verso una soluzione interna, al sestiere di Porta Tufilla, in vista della giostra della tradizione in programma il 6 agosto. Per sostituire il convalescente Massimo Gubbini, infatti, vista anche l’indisponibilità dell’aretino Luca Veneri, che lo stesso giorno sarà impegnato nella giostra di Montisi, vicino Siena, il sestiere rossonero potrebbe puntare sul 26enne ternano Luca Chitarrini.

Il cavaliere, infatti, ormai da due anni è stato ingaggiato da Porta Tufilla come riserva, ma a luglio non venne preso in considerazione. Chitarrini, che comunque ha uno splendido rapporto con i rossoneri, cololabora da cinque anni con il titolare della scuderia Gianluca Ciannavei e aveva lavorato insieme a lui anche al sestiere di Sant’Emidio, quando il cavaliere rossoverde era Jacopo Rossi.

L’anno scorso il 26enne aveva effettuato due prove al campo Squarcia e in questi mesi ha già montato i cavalli del sestiere ovvero Bell Exhibition, Oxana D’Arcadia, Big More e West Grove. Chitarrini ha più volte partecipato alla giostra di Narni, difendendo i colori del terziere Fraporta, e ha già dato al comitato di Porta Tufilla la propria disponibilità a correre la giostra di agosto, realizzando così un sogno che insegue ormai da diversi anni. Fino a ieri il favorito principale per sostituire Gubbini sembrava essere l’ascolano Guido Crotali, ma poi la pista che portava all’ex cavaliere di Porta Maggiore si è raffreddata.

Una delle prime scelte per Porta Tufilla era rappresentata anche da Andrea Leonardi, anche lui ex di Porta Maggiore e di Sant’Emidio, che però non ha ancora ottenuto il ‘nulla osta’ dai rossoverdi e difficilmente lo avrà prima della Quintana di agosto. I rossoneri, poi, avrebbero fatto un sondaggio anche per Marco Remoli e Francesco Scattolini, ma le due ipotesi sembrano essere tramontate. Al momento, dunque, è Chitarrini il favorito per difendere i colori di Porta Tufilla fra meno di tre settimane e nella giornata di oggi, quasi sicuramente, se ne saprà qualcosa in più.