Ascoli Piceno, 12 gennaio 2018 - Ennesimo incidente all’altezza dell’incrocio del ponte di San Filippo. Si tratta addirittura del terzo sinistro registrato nelle ultime 24 ore. Il primo è avvenuto nel primo pomeriggio di mercoledì, intorno alle 15; il secondo sempre mercoledì, qualche ora più tardi, verso le 18.30; ieri, infine, il terzo episodio, poco prima delle 17. In quest’ultimo caso sono rimaste coinvolte quattro persone, due delle quali sono rimaste ferite, anche se in maniera lieve, e sono state trasportate in pronto soccorso dalle autoambulanze del 118.

In particolare gli incidenti di mercoledì alle 15 e di ieri hanno provocato parecchi disagi al traffico e gli agenti della polizia municipale hanno faticato non poco per cercare di riportare la situazione alla normalità. Si è trattato, in tutte le circostanze, di piccoli incidenti, comunque non tali da far temere per le condizioni di salute delle persone rimaste coinvolte.

Ma è l’alto numero di episodi riscontrati in tutta la zona (compreso il ponte) che impone una riflessione sulla pericolosità di quel tratto e in particolare di un incrocio piuttosto complesso. Nel punto in questione, via della Repubblica si sdoppia: da un lato si procede verso il ponte e quindi Monticelli, dall’altro si va verso la Piceno Aprutina, attraverso via Santi Filippo e Giacomo. Ma proprio da quest’ultima strada arrivano le automobili che poi si immettono sulla stessa via Repubblica.

E a questo punto nascono i problemi per quello che riguarda la precedenza, che non sempre è chiara anche perché non sempre la segnaletica è ottimale. Il tratto in questione è sempre molto trafficato, e ieri lo era ancora di più a causa della contemporanea presenza del giuramento nella vicina caserma «Clementi», tanto che una delle persone coinvolte nel sinistro è proprio un militare. Come non citare, infine, il ponte di San Filippo, in prossimità del quale, anche sul lato di Monticelli, avvengono diversi incidenti.