Ascoli, 7 aprile 2017 - Tre episodi nel giro di pochissimi giorni. Tre furti o tentativi di furto uno dietro l’altro. L’ultimo è quello messo a segno nella notte tra mercoledì e giovedi al maxi Tigre di Monticelli. Si è trattato di un colpo praticamente perfetto. Il bottino è piuttosto consistente: si parla di almeno diecimila euro. I ladri hanno avuto tutto il tempo di agire indisturbati per aprire la cassaforte e rubarne il contenuto. Ma come sono riusciti entrare e uscire senza essere scoperti, visto che il supermercato si trova tra i grattacieli e i palazzi di un quartiere molto popoloso? Da quanto si apprende, i malviventi sono stati molto attenti a non lasciare tracce.

I carabinieri hanno rilevato pochi segni di forzatura sulle porte, e l’ipotesi che sta prendendo sempre più piede è che i banditi siano entrati nel negozio già dalla sera prima, nascondendosi all’interno del locale fino all’orario di chiusura per poi muoversi in tutta tranquillità durante la notte. Anzi, da quanto sembra, soltanto uno della banda sarebbe entrato nel supermercato fin dal giorno prima; poi, una volta dentro e una volta calato il buio, ha aperto una porta antipanico permettendo ai complici di entrare senza alcuna difficoltà.

E’ poi stato un un giochetto da ragazzi rompere la cassaforte con una mola, prelevare il denaro e allontanarsi indistrubati, uscendo probabilmente dalla stessa porta dalla quale erano entrati, oppure da un uscio secondario apparso leggermente forzato. Nessun dispositivo di allarme è scattato e i gestori del Tigre si sono accorti del furto soltanto l’indomani mattina, quando hanno aperto il supermercato e hanno trovato la cassaforte svuotata. I carabinieri si stanno occupando dell indagini, che sono piuttosto complicate perché sembra che il Tigre di Monticelli non sia dotato di un sistema di videosorveglianza.

Tantomeno ci sarebbero registrazioni utili dalle telecamere di sicurezza degli altri esercizi commerciali della zona. Insomma, risalire agli autori appare molto difficile. Si sta cercando inoltre di capire se i ladri che sono entrati in azione a Monticelli siano gli stessi che qualche giorno fa hanno tentato il colpo all’Eurospin di Castel di Lama e, poco prima, in un centro commerciale di Montegiorgio. Le modalità di azione sembrano differenti, ma il ristretto lasso temporale in cui si sono svolti i fatti non esclude che ci si possa trovare di fronte a una vera e propria «banda dei supermercati».