Ascoli, 10 luglio 2017 - «Non cantiamo vittoria ma sembra che sia stata imboccata la strada giusta per arrivare, nel tempo, a una soluzione che non penalizzi chi lavora e nello stesso tempo garantisca il diritto al riposo ai residenti». Così si è espresso il sindaco di San Benedetto, Pasqualino Piunti, dopo la prova del «fuoco» relativa all’ordinanza anti-alcool emessa dal Comune di recente e che aveva dato positivi riscontri già nella notte fra venerdì e sabato scorso. Il personale della polizia municipale, che è rimasto in servizio fino alle quattro del mattino, ha elevato cinque contravvenzioni, tutte da 50 euro, nei confronti di due locali e tre frequentatori della movida, sorpresi in giro per la città a consumare alcolici in bicchieri e bottiglie. Per quanto riguarda i locali sanzionati, uno è stato sorpreso a somministrare alcolici in orario non consentito e l’altro dopo la chiusura non aveva eseguito la pulizia dello spazio di propria competenza.

«Per quanto riguarda i locali – aggiunge Piunti – inizialmente le sanzioni sono di 50 euro, ma aumentano in caso di reiterazione fino alla sospensione della licenza per una durata di 15 giorni. A ogni modo siamo soddisfatti di come vanno le cose, perché vedo che quanto detto negli incontri avuti con i titolari e i gestori dei locali è stato recepito. Ho chiesto un report al personale della polizia municipale e mi ha riferito che la notte è andata avanti serenamente, senza particolari problemi». I vigili hanno iniziato la serata di sabato distribuendo agli esercenti l’ordinanza sindacale per far sì che nessuno possa dire di non conoscere ogni minimo particolare del dispositivo. L’attività di informazione è andata avanti fino alle 23 circa, poi sono iniziati i controlli. Il sindaco Pasqualino Piunti, poco prima delle 21, si è recato nell’area ex galoppatoio dov’era in corso l’iniziativa ‘Hoppy Day’, il festival della birra di qualità, per vedere come stavano andando le cose. «Ho trovato un’atmosfera serena. Famiglie e bambini che facevano cena e che si divertivano. Ho ribadito di non portare all’esterno contenitori di vetro con alcolici. Certo tutto è migliorabile e nessuno pensa di risolvere una situazione annosa con un colpo di bacchetta magica – la conclusione del sindaco Piunti –. Stiamo cercando di dare una svolta con l’informazione, il confronto, controlli accurati. La situazione è migliorata e migliorerà ancora quando arriveranno le telecamere (a proposito oggi ci sarà un incontro con i tecnici per questo, ndr). Alcuni locali hanno eseguito alla lettera le disposizioni dell’ordinanza ed hanno anche delimitato l’area di propria competenza per rendere ancor più riconoscibile la propria azione». Avanti così.