Montalto (Ascoli Piceno), 8 marzo 2017 - Un'incredibile rapina è avvenuta ieri in tarda serata a Montalto. Tre persone hanno fatto irruzione in un’abitazione e hanno picchiato un uomo di 50 anni e l’anziana madre di 91, forse nel tentativo di svaligiare l’appartamento. L’episodio è avvenuto alle 21 in contrada Moglie, sulla Valdaso, all’altezza della cantina sociale.

Stando a una prima ricostruzione, tre persone con il volto coperto, forse armate, hanno aggredito il proprietario dell’abitazione proprio davanti all’ingresso di casa: lo hanno colpito più volte, poi lo hanno trascinato all’interno dell’appartamento, continuando a picchiarlo e facendogli perdere i sensi per qualche istante. Quando l’uomo si è ripreso i malviventi erano già fuggiti e nella fuga hanno anche colpito l’anziana madre che era in casa. A lanciare l’allarme al 118 e ai carabinieri è stata una vicina.

E’ a lei che il 50enne si è rivolto appena terminata l’aggressione e una volta ripresa conoscenza. Sul posto è giunta per prima un’ambulanza della croce azzurra di Montalto, poi un mezzo della croce rossa di Offida con il medico a bordo, che ha prestato i primi soccorsi all’ uomo e a sua madre. Nonostante le diverse ferite riportate, in particolare dal 50enne, i due hanno però rifiutato il trasporto in pronto soccorso. Nel frattempo sono iniziate le prime indagini da parte dei carabinieri per cercare di ricostruire la dinamica dell’episodio. Rimane da capire, infatti, come mai l’aggressione sia iniziata soltanto all’esterno dell’abitazione e se i banditi conoscessero il proprietario di casa. Il bottino, comunque, sembrerebbe piuttosto magro: si parla di un telefonino cellulare e 200 euro in banconote.