Ascoli, 3 dicembre 2017 - Lungo la strada per Vallesenzana, da qualche giorno, è comparso un grosso cumulo di rifiuti. A segnalarlo sono stati dei cittadini, indignati per la situazione di degrado che imperversa nella zona. «L’immondizia è stata scaricata tutta in una sola volta – dicono – è comparsa all’improvviso, da un giorno all’altro. Si tratta evidentemente di un atto premeditato. Forse sono venuti a scaricare qui con un camion e se continueranno a farlo si rischia la formazione di una vera e propria discarica, visto che l’area interessata dallo scarico è a ridosso di un burrone. Alcuni sacchi sono già precipitati nella zona sottostante e sono quindi irrecuperabili».

Fortunatamente, l’area interessata è stata recintata, forse proprio per impedire un ulteriore scarico dei rifiuti. Un bel problema, questo, soprattutto per una zona che di discariche ne ha ben due. Se infatti la Geta e la ex discarica Ipgi continuano a far discutere la cittadinanza, ad aggravare la situazione, adesso, sono gli stessi cittadini, incuranti del rispetto dell’ambiente e della civile convivenza. Da circa un mese si è allargato il nuovo servizio di raccolta dei rifiuti porta a porta, ma pare che non tutti abbiano aderito alla novità, decidendo di gettare la spazzatura altrove.

Lungo la strada, infatti, non mancano secchi dell’immondizia stracolmi e rifiuti ammassati al di fuori degli stessi. Ma i cittadini non lamentano soltanto la deturpazione del verde, a far discutere è anche il grave problema della viabilità. La Strada Provinciale 116 per Vallesenzana, infatti, è da tempo soggetta a gravi condizioni di dissesto. Oltre alle enormi buche, lungo il tragitto si incontrano ovunque frane e spaccature, e non manca un’evidente erosione del manto stradale che, in alcuni punti, risulta addirittura inesistente.