San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), 8 luglio 2017 – Erano probabilmente destinati proprio a San Benedetto i dieci chili di cocaina purissima sequestrati all'aeroporto di Malpensa: la droga era suddivisa in 9 panetti e nascosti in una valigia. L'operazione della Guardia di Finanza si chiama 'San Pedro' e la sua brillante conclusione ha permesso di sgominare un'organizzazione che importava cocaina servendosi di corrieri: al momento ci sono 13 persone iscritte nel registro degli indagati, 5 arrestati e 22 chili di cocaina sequestrati. 

La finanza oggi ha arrestato cinque narcotrafficanti, italiani, dominicani e svizzeri, e iscritto altre otto persone nel registro degli indagati per traffico di droga. Le basi della banda erano a San Benedetto del Tronto e Arezzo, ma aveva 'filiali' anche in Svizzera. I corrieri arrivavano dal Sudamerica con il carico di droga e venivano prelevati all'esterno dell'aeroporto internazionale di Malpensa. In totale, durante le indagini, i finanzieri hanno sequestrato 22 chili di cocaina.

La droga proveniva direttamente dai narcotrafficanti della Repubblica Domenicana e tra gli arrestati c'è anche un domenicano di 36 anni (tale V.L.F.A) residente proprio a San Benedetto, bloccato direttamente nella sala arrivi dell'aeroporto di Malpensa. Era il destinatario finale della cocaina e il promotore dell’importazione. Su disposizione della Procura di Busto Arsizio, è stata organizzata una "consegna controllata" e i tre trafficanti sono stati arrestati nelle vicinanze di un hotel nel Varesotto.