Ascoli, 15 ottobre 2016 - Nuova linfa per Restart che incrementa di 2,5 milioni il capitale sociale ma soprattutto mette a segno un colpo importante: con una quota di un milione, pari all'11%, è sceso in campo anche Francesco Bellini, patron dell'Ascoli Picchio, il quale ha deciso di sposare il progetto 'Ascoli21' che ha l'obiettivo ambizioso di rigenerare l'area ex Sgl Carbon. Con lui, entra anche la Julia Service, con 140mila euro.

A questo punto Restart ha un capitale sociale di 9 milioni e sono già state annunciate altre operazioni di aumento: "Abbiamo sempre detto - ha esordito il presidente, Francesco Gaspari - di essere aperti a chiunque voglia sposare la filosofia del nostro progetto: siamo felici della risposta di questi due imprenditori locali, che hanno dimostrato vicinanza a questo territorio". Restart quindi adesso vede Fainplast detenere il 54% delle quote (l'altra parte dell'aumento di capitale è stata infatti sottoscritta da Battista Faraotti, che è passato da 3,5 a 4,8 milioni), seguito dalla Fondazione Carisap con il 14% e da Genera Scarl con il 12%; poi c'è Bellini con la sua Fb Holding che vale l'11%, per chiudere con Emmetregi (6%) e la new entry Julia Service con l'1,5%.