Spinetoli, 1 novembre 2017 - Un duro confronto è avvenuto questa sera a Pagliare del Tronto tra la cittadinanza e il sindaco di Spinetoli Alessandro Luciani. Il motivo, già noto alle cronache degli ultimi giorni, è l’arrivo previsto entro l’anno di 37 migranti nella frazione della vallata. Il faccia a faccia in strada voluto dal sindaco è durato qualche ora ed è stato diretto e acceso: da una parte alcune centinaia di persone, tra cui l’ex candidato sindaco Roberto Pagnoni e alcuni militanti di CasaPound, questi ultimi già protagonisti sabato di un presidio, dall’altra il primo cittadino che ha deciso di intervenire pubblicamente per spiegare la propria posizione. II tutto in via Tevere, luogo dove sorge la struttura che ospiterà i migranti. “Noi queste persone non le vogliamo, deve opporsi alla decisione” la richiesta dei presenti. “Io sono convinto quanto voi che questa decisione sia sbagliata, ma dobbiamo sederci con le istituzioni e trattare” la risposta di Luciani.
CasaPound, inoltre, ha dato via ad una raccolta firme da indirizzare al Prefetto di Ascoli e che avrebbe raccolto già 500 adesioni.