Ascoli, 25 marzo 2017 - Ormai è scontro aperto su tutto tra Pd e i Cinque Stelle, al punto che i primi sono arrivati ad accusare i secondi persino di collaborazionismo con Castelli. «Entrambi erano assenti alla giornata contro la mafia a Grottammare», affermano dalla sede democratica.

E proprio in tema di mafia, il Pd ha annunciato che querelerà il consigliere Massimo Tamburri per una frase postata su Facebook. «Il Pd e i suoi alleati sono la mafia – ha scritto l’esponente grillino –. Ci vuole cultura per votare Pd, cultura mafiosa». «Siamo gli eredi di Pio La Torre e Piersante Mattarella, Tamburri vada a studiarsi i libri – è la replica di Luciano Agostini –. Queste frasi sono deplorevoli. Il Pd tutelerà la propria immagine e quella dei suoi iscritti nelle sedi opportune».