Ascoli, 18 ottobre 2016 - Torna la grande lirica al teatro Ventidio Basso di Ascoli. Tre opere per la stagione 2016/2017, la prima delle quali, il 19 novembre (il 17 novembre anteprima per le scuole), il ‘Nabucco’ di Giuseppe Verdi. Già rappresentato in passato al Massimo cittadino, il melodramma in quattro atti su libretto di Temistocle Solera sarà allestito nel capoluogo Piceno e potrà contare su un cast artistico formato da grandi cantanti ed interpreti.

Nei panni del protagonista, di Nabucco, ci sarà Gevorg Hakobyan, mentre in quelli di Ismaele il tenore Ivan Defabiani. E ancora, il ruolo di Zaccaria è stato affidato a Sergey Artamonov, quello di Abigailla al soprano Alessandra Gioia, quello di Fenena a Anna Pennisi e quello del gran sacerdote al basso ascolano Alessio De Vecchis. Per quanto riguarda la direzione della ‘Form - Orchestra Filarmonica Marchigiana’, la stessa sarà affidata al maestro Matteo Beltrami. La regia, le scene, i costumi e le luci saranno di Pier Luigi Pizzi, e il coro sarà quello del Ventidio Basso diretto dal maestro Giovanni Farina.

Come detto il teatro ascolano sarà capofila nella produzione di questa opera, che poi sarà di scena negli altri due teatri marchigiani, il Teatro dell’Aquila di Fermo e il Teatro della Fortuna di Fano. Il tutto nell’ambito del cartellone allestito dalla ‘Rete Lirica delle Marche’ di cui ne fanno parte tutti e tre, con il coordinamento dell’associazione Arena Sferisterio, del Rossini Opera Festival e della Form, oltre che del ‘Consorzio Marche Spettacolo’. Per informazioni sui biglietti del ‘Nabucco’: biglietteria in piazza del Popolo (0736/298770). La stagione lirica 2016/2017 del teatro Ventidio Basso proseguirà a marzo 2017, con ‘Il Flauto magico’ di Mozart e, a novembre 2017, con ‘La Bohème’ di Giacomo Puccini. Un sodalizio, quello della ‘Rete lirica delle Marche’, che va avanti e che nel 2015 ha permesso la produzione tre titoli, ‘L’elisir d’amore’, ‘Il barbiere di Siviglia’ e ‘Madama Butterfly’.