Ascoli Piceno, 10 settembre 2017 - La Samb ha ragione di una Feralpisalò tecnicamente eccelsa con il punteggio di 3-2. Il giro-palla ospite è stato sempre raffinato, mentre i rossoblù hanno reagito accentuando la propria verticalità, e ripartendo grazie alla qualità dei trequartisti Valente, Troianiello, Esposito e Di Massimo. Il match inizia in discesa per i padroni di casa: al 5’ Valente semina sia Alcibiade che Vitofrancesco, entra in area e si va a cercare il contatto con lo stesso Alcibiade, che di rincorsa s’aggrappa alla spalla dell’ex Siracusa.

D’Apice non ci pensa su due volte e decreta il penalty, prontamente trasformato da Miracoli, al primo gol ufficiale con la Samb. Gli ospiti reagiscono con veemenza e vanno al tiro con Voltan, deviato in angolo da Aridità. Dagli sviluppi del corner è lo stesso Voltan a servire Martin la palla del pareggio. Ma la parità dura appena due minuti. Ecco il poema di Bove: l’ex Juve raccoglie una palla spenta sui 25 metri e la trasforma in un arcobaleno che va a tramontare nel sette. In 13’ quindi, Samb-Feralpisalò è già sul 2 a 1. A metà del primo tempo Aridità salva il risultato su una deviazione sottomisura di Guerra grazie a un riflesso da uomo-mosca.

La ripresa si apre con lo stesso spartito con il quale si era chiusa la prima frazione: la Feralpi fa gioco e la Samb crea pericoli in ripartenza. Al 10’, però, la gara torna in parita quando Voltan taglia l’area con un rasoterra che Guerra deve solo spingere in rete. Al 20’ Troianiello s’invola per 40 metri, salta due avversari ma a tu per tu con Caglioni svirgola malamente di sinistro, rinunciando al contempo a servire il liberissimo Vallocchia, appena entrato per Di Cecco. Ma la Feralpisalò torna a sfiorare il vantaggio quando Aridità prima regala palla agli avversari, poi salva in tuffo su Ferretti. È la penultima emozione del match. L’ultima è questa: Esposito (entrato, come gli altri protagonisti dell’azione, a metà ripresa nella girandola delle sostituzioni) scambia con Di Massimo, che imbuca per Sorrentino in area; il 9 la gira per Gelonese che proprio quando sembra aver perso l’opportunità di battere a rete incrocia di sinistro fulminando Caglioni. È il 3-2 finale, un risultato che la Samb tiene negli ultimi 4 minuti di giubilo e sofferenza.