Notizie Bologna
 TV   FOTO E VIDEO BLOG SERVIZI LAVORO ANNUNCI CASA
ATTIMI DI PAURA

Terremoto tra Forlì e Faenza
Il sisma avvertito in mezza Italia

La scossa, di magnitudo 4.6, è stata avvertita in tutta l'Emilia Romagna, ma anche nelle Marche, in Toscana e persino a Trieste a causa della notevole profondità dell'ipocentro

Dimensione testo Testo molto piccolo Testo piccolo Testo normale Testo grande Testo molto grande

Bologna, 5 aprile 2009 - Una scossa di terremoto di magnitudo 4.6 è stata registrata attorno alle 22.20 fra le Marche e l'Emilia Romagna. L'epicentro è stato tra i comuni di Forlì, Forlinpopoli, Castrocaro Terme e Faenza (Ravenna).

 

L’ipocentro è stato rilevato a una profondità di 28,2 km, quindi particolarmente profondo. Proprio per la profondità del sisma, ha spiegato l’ing. Demetrio Egidi, responsabile della Protezione Civile dell’Emilia-Romagna, l’area di risentimento, dove cioé è stata avvertita, è stata vasta.

 

Il sisma è stato avvertito distintamente nel Pesarese, a Urbino, ad Ancona, a Bologna, ma anche nell'Imolese e nel Ferrarese, nel Cesenate e a Rimini. La scossa è stata sentita persino a Trieste e alla Protezione Civile sono giunte varie telefonate da località costiere friulane e giuliane. Stessa situazione anche in Toscana, dove è stata avvertita in tutto il territorio fiorentino, in particolare in Mugello, nel Valdarno e a Firenze.

 

A Forlì e Cesena alcune persone sono anche scese in strada. Dagli accertamenti non risultano danni a cose o persone.










Se il codice risultasse illeggibile CLICCA QUI per generarne un altro