Bologna, 30 novembre 2017 - Dicembre è arrivato e, in attesa delle festività, la città si tuffa in una fine d'autunno sempre più zeppa di mostre d'arte ed eventi musicali live, in un weekend segnato, prima di tutto, dall'atteso ritorno del Motor Show.

VENERDI' 1: i primi consigli sono diretti ai cinefili, che si divideranno tra l'anteprima della commedia francese “Due sotto il burqa”, al Medica Palace, per il ciclo “Pop Up Cinema”, alla presenza della regista, Sou Abadi, e l'inaugurazione, in Cineteca, della nuova edizione di “Divergenti”, il festival cinematografico dedicato all'universo transessuale. A quarant'anni dalla fondazione del gruppo più irriverente della storia della musica bolognese, poi, lo “Skiantos Day” festeggerà la lieta ricorrenza, tra la presentazione della biografia della banda del compianto Freak Antoni, alle 18,30 alla Libreria Feltrinelli di Porta Ravegnana, e, alle 20, le celebrazioni ufficiali del Foyer Respighi del Teatro Comunale, mentre Vitruvio ripeterà i suoi tour stregoneschi notturni. All'Unipol Arena, intanto, sarà già tutto pronto per il ritorno a Bologna del Premio Oscar alla carriera Ennio Morricone, con il concerto intitolato “60 years of music”, e, alle Librerie.coop Ambasciatori, Stefano Benni presenterà la sua ultima raccolta per il teatro. Grandi sorprese, inoltre, le riserveranno i classici locali consacrati alla musica dal vivo, a partire da un Covo Club votato all'indie, grazie alla coppia formata da Be Forest e Lucy Anne Comb, da un Locomotiv Club in salsa black metal nordico, con gli islandesi Soslstafir e i danesi Myrkur, e dalla serata “Eu: Native Instruments” del Raum. Allo Zona Roveri, invece, piomberà lo skate punk svedese dei No Fun At All, mentre l'Estragon accoglierà le suggestioni metalliche di “Epica” e, al Fucina 209, saliranno sul palco gli After the Gold Rush. Con la notte che avanza, infine, salirà anche il volume degli amplificatori di Freakout Club e Cassero, grazie all'hip-hop della rassegna “The Freaks Come Out” e a un nuovo appuntamento con il contenitore “Flexin”, mentre i riflettori del Nero Factory si accenderanno sulla “Hotel Cortez showcase” e quelli dello Studio54 illumineranno la “Mercurio Special Edition”.

SABATO 2, primo giornata ufficiale di un Motor Show (leggi qui il nostro SPECIALE) che, tra donne e motori, farà stridere le gomme fino al 10 dicembre, si ritaglieranno uno spazio, rispettivamente alla Galleria Astuni e alla Galleria Studio G7, l'omaggio ad Arthur Rimbaud dell'artista di origini filippine David Medalla e la personale di Fabrizio Corneli, dal titolo “Attenzione. Scultura in rapido movimento”. Abc Arte Bologna Cultura, da par suo, si dedicherà alle calligrafie di Barbara Calzolari, raccolte nella mostra “These are my letters to the world”. Sul fronte degli spettacoli, invece, al Teatri di Vita approderà “Un eschimese in Amazzonia”, terzo capitolo della trilogia sull'identità di genere prodotta dalla compagnia The baby walk, preceduto dalla performance interattiva “Bau #2”, di Barbara Berti, mentre all'Arena del Sole gli applausi saranno tutti per “Totò e Vicè”, i clochard della poesia partoriti dal drammaturgo palermitano Franco Scaldati. Se il Lumière, poi, proseguirà con le sue “Divergenze”, una menzione a parte la meriteranno, tra sport e divertimento in salsa Usa, le “Wrestling Megastars” dell'Estragon, prima che le guide dell'associazione Vitruvio ci accompagnino ai Bagni di Mario e ci narrino i segreti di Santo Stefano e del Nettuno, senza dimenticare le canzoni di Lucio Dalla. La musica live, inoltre, invaderà Bologna partendo dal festival “Spectrorama” del Mercato Sonato e dalla festa per il decimo anniversario di Avant! Records, all'AtelierSì, mentre allo Zona Roveri imperverserà la ricca preview del “Color Fest” e, al Teatro San Leonardo, a tenere banco sarà uno speciale “Incontro cantato”, con il palco aperto al pubblico. Il Binario69, invece, darà spazio al blues di Laino & Broken Seeds, in un sabato che, al Locomotiv Club, farà rima con Julia Holter e Tashi Wada. Covo Club e Freakout Club, dal canto loro, ospiteranno, rispettivamente, i francesi PoiL e l'insolita accoppiata formata da Together Pangea e Gli Sportivi, nelle prime ore di una nottata che, sempre al Freakout Club, si trasformerà nello sfondo perfetto per il party “Transia”. Ultimi spunti danzerini, infine, saranno lo “House of Dad” del Nero Factory e, al Link, la techno di Len Faki.

DOMEMICA 3, come accade in ogni primo giorno festivo del mese, torneranno le visite gratuite di #Domenicalmuseo, tra il MAMbo, le due sedi della Pinacoteca Nazionale e il Museo nazionale etrusco 'Pompeo Aria' di Marzabotto, mentre saranno un gradito ritorno e una piacevole conferma, al Mikasa e a Palazzo Belloni, quelli dell'usato e del cibo di strada di “Flip Market Bologna”, e della nuova mostra interattiva “The Wall”. I fan di Vitruvio, invece, avranno l'imbarazzo della scelta, tra le escursioni ai Bagni di Mario e le sorprese della Bologna d'acque, il viaggio in bicicletta lungo il Navile e i misteri di Montagnola e Orto Botanico. Prima dell'ormai consueta serata musicale del “Macondo Sunday” e di una nuova puntata del gettonato “Up to you!” del Freakout Club, poi, replicheranno per l'ultima volta gli spettacoli di Teatri di Vita e Arena del Sole.