Bologna, 14 ottobre 2017 – Ci sono momenti che riempiono il cuore. In comune hanno il linguaggio della bellezza, che ci fa sentire ricchi, umani, meno soli. Il 15 ottobre è in programma una di queste occasioni. Su iniziativa del Fondo Ambiente Italiano (Fai) va in scena la Giornata d’Autunno 2017. Una proposta grazie alla quale vengono aperti al pubblico luoghi più o meno conosciuti, alcuni dei quali sono chiusi in tutti gli altri giorni dell’anno. I posti visitabili domenica in Emilia Romagna sono 34. A far da guida, come sempre, i volontari del Fai, spesso studenti delle scuole del territorio.

L'orto botanico dell'Università di Bologna

Giovani ciceroni presenteranno al pubblico autentiche meraviglie come Palazzo Bentivoglio, a Bologna; costruito nel 1551 e ora abitazione privata. O, per restare sotto le Due Torri, l’Aula Magna dell’Accademia di Belle Arti, che viene aperta solo in occasione di eventi speciali. A Cesena lo sguardo si poserà sull’altra metà del cielo grazie ai dipinti messi in mostra nella Galleria della Fondazione Crc. La delegazione Fai di Forlì ci porterà a spasso nella storia del Novecento con una passeggiata nel quartiere razionalista, tra l’ex Gil, l’ex Collegio Aeronautico e il piazzale della Vittoria.

A Modena i riciorderà la sconfitta di Caporetto, che quest’anno giunge al suo centenario. All’attenzione dei visitatori saranno posti il Parco delle Rimembranze, il tempio monumentale ai Caduti di guerra e la casa del mutilato. Il gruppo di Ravenna farà strada per una passeggiata tra i chiostri, mentre i giovani ciceroni reggiani ci sveleranno i segreti della chiesa di San Domenico. Quasi segreto è il Sacello di San Leone, uno dei due ambienti sottostanti le navate dell’antica pieve di San Leo, nel Riminese. Pochi hanno avuto l’opportunità di visitarlo. Chi può, ne approfitti domenica.

D’altra parte, per ammirare questi e gli altri luoghi aperti dal Fai, basterà un contributo simbolico: 2, 3 o 5 euro a seconda del posto. Il ricavato servirà a raggiungere gli scopi stabiliti nello statuto del Fondo Ambiente Italiano. Una causa buona. E bella.
 

Il programma completo: luoghi aperti e orari