Bologna, 27 ottobre 2017 – I toni dell'ocra e del rosso fuoco, caldi e avvolgenti, mentre tutto intorno si fa sempre più freddo. Senza scomodare i poeti, lo spettacolo delle chiome autunnali che si tingono di mille colori resta una visione romantica e malinconica (guarda le foto sull'Appennino), che Bologna non si perderà nemmeno quest'anno. Che la si chiami 'estate indiana', come in America, oppure, con eleganza francese, 'foliage', il punto sta nello scegliere il luogo migliore per osservarla e Palazzo D'Accursio, in questo senso, ha scelto di venirci incontro. Il Comune, infatti, ha pubblicato una guida per orientarsi tra parchi e giardini 'foglianti', con una decina di belvedere imperdibili sparsi tra centro e periferia. Dall'imponente gingko biloba di largo Respighi alla distesa ingiallita dei Giardini Margherita, fino a Villa Ghigi e San Luca, ci sarà dunque l'imbarazzo della scelta, visto che la natura, anche quando invecchia, non smette mai di stupire.

Mandateci le vostre foto a fotolettori@ilcarlino.net indicando il vostro nome e dove è stata scattata l'immagine. I primi scatti sono già arrivati, affrettatevi.

l. p.