Bologna, 26 ottobre 2017 - Poco più di vent’anni di carriera e non sentirli, spaziando tra generi e sonorità differenti e lasciando la propria impronta non solo nel mondo della musica. Questa esperienza porteranno sul palco dell’ Estragon Club di Bologna i Mogwai, attesi in concerto domenica 29 ottobre, con l’apertura delle porte prevista per le ore 21. Un appuntamento da non perdere per i tanti appassionati di un progetto musicale che continua a lasciare il segno ancora oggi.

Fondata nel 1995 e lanciata sul mercato discografico due anni dopo con “Mogwai Young Team”, la band di Glasgow guidata dalla voce e dalla chitarra di Stuart Braithwaite, si presenterà sulla piazza bolognese con il loro ultimo album in studio “Every Country's Sun”. Un nono disco ricco di suggestioni che non tradisce lo spirito post-rock che da sempre contraddistingue il lavoro del gruppo, fatto di strumenti analogici e cura del dettaglio, senza dimenticare la passione per un suono avvolgente capace di dare il meglio di sé dal vivo e nelle colonne sonore che li hanno resi protagonisti del grande e del piccolo schermo.

Ad accompagnare il frontman sul palco non mancheranno gli storici compagni di viaggio Dominic Aitchison (basso e chitarra), Martin Bulloch (batteria) e Barry Burns (tastiera, chitarra e synth), per una serata aperta dai Sacred Paws e che chiuderà il trittico di live tutto italiano, dopo le tappe di Milano e Roma, in vista delle date europee e americane.