Bologna, 13 settembre 2017 - Bisogna aspettare ancora una settimana per scoprire come sarà il nuovo Europauditorium. Mercoledì 20 settembre infatti, nel corso di una serata aperta a tutta la cittadinanza a cui interverrà Virginia Raffaele (registrazioni su www.bolognacongressi.it), verrà presentato il restyling della sala polifunzionale che ospita congressi, eventi e spettacoli teatrali in piazza della Costituzione. Fino allora bocche cucite sui lavori in corso. «E’ un impegno – dice Donato Loria, direttore di Bologna Congressi – condotto insieme al Comune per riportare a casa molti congressi». E per ospitare, vien da pensare, spettacoli di ancora maggior richiamo (l’anno scorso la media delle presenze è stata di 1050 a recita).

Ieri mattina è stata presentata la nuova stagione del teatro giunta ormai all’edizione numero 42 e ricca di 18 titoli. Filippo Vernassa, il direttore artistico, spiega il cartellone (di cui Qn-il Resto del Carlino è media partner) è frutto di una vasta indagine sul pubblico bolognese che ha indicato un chiaro messaggio, ovvero che l’Europauditorium deve essere soprattutto contenitore di eventi. Quattro i pilastri su cui regge la programmazione: il musical, gli one man show, la danza internazionale e gli appuntamenti musicali in larga parte ancora da definire. C’è il musical ovviamente in primo piano nella programmazione con una serie di titoli popolarissimi e di vasto richiamo.

Molta attesa per ‘Monty Python’s Spamalot’ con protagonista assoluto Elio che, ispirandosi al più grande gruppo comico di tutti tempi, ci guida in una parodia dell’universo di re Artù e dei cavalieri della tavola rotonda La versione italiana è a cura di Rocco Tanica. Poi ‘La febbre del sabato sera’ (che quest’anno festeggia 40 anni) ‘Grease (il musical dei record), ‘La regina di ghiacchio’ con protagonista Lorella Cuccarini.

Fu nell’aprile 1975 che questo palcoscenico ospitò per per tre settimane e mezzo la storica edizione di ‘Aggiungi un posto a tavola’ della premiata ditta Garinei e Giovannini. E quello spettacolo torna ora in un riallestimento che vede protagonisti Gianluca Guidi e Enzo Garinei. Chiude la sezione un ‘imponente versione di ‘Mamma mia’ (pare servano tre giorni di montaggio per l’ allestimento) e ‘Dirty Dancing’ che è lo spettacolo conclusivo (21-22 aprile) dell’intero cartellone.

La sezione one man show apre i battenti invece il 26 ottobre (inaugurazione della stagione) con Giuseppe Giacobazzi che riprende su questo palco per quattro sere ‘Io ci sarò’. Raccontava ieri mattina il comico: «Dopo le undici repliche sempre esaurite di questa primavera al Celebrazioni, qualcuno ha avuto il coraggio di chiedermi su Facebook quando recitavo a Bologna. Beh, eccomi qua». Poi Massimo Ranieri, Paolo Cevoli (nella sera di San Silvestro racconterà la ‘sua Bibbia’), Enrico Brignano, Federico Buffa (il narratore di imprese sportive si concentrerà sull’epica figura di Cassius Clay), Maurizio Battista.

La danza internazionale sarà rappresentata dai Momix (alle prese con un’antologica) e dal Balletto di Mosca, La classique con il consolidato ‘Lago dei cigni’ prenatalizio.

Resta da dire di due family show (‘Madagascar’ basato sui celebri film e ‘Maggie & Bianca’). Nella notte di Halloween cinquanta performer saranno in scena per ‘Queen at the Opera’ in un omaggio alla storica band di Freddie Mercury.

I nuovi abbonamenti partano oggi, quelli combinati con il Celebrazioni il giorno 20.