Bologna, 2 novembre 2017- Il rapporto tra chi scrive e chi legge, due esercizi della mente che si incontrano provocando costanti slittamenti in avanti, ponendo interrogativi e reclamando risposte. Questo è il cuore dell’ incontro con Walter Siti, in programma all’Oratorio San Filippo Neri di Bologna sabato 4 novembre (ore 21). Il primo di tre appuntamenti dal titolo “Leggere fa male” che porranno tre autori al confronto con un pubblico curioso e attento.

Nato a Modena, lo scrittore sessantenne negli ultimi due decenni ha votato la sua penna alla letteratura indagando le pulsioni mai dette, gli incubi non raccontabili e le ossessioni virali trasformandoli in materia magmatica e viva. Un approccio alla scrittura che da “Scuola di nudo”, romanzo d’esordio datato 1994, a “Bruciare tutto”, ultima fatica letteraria che ha suscitato polemiche per i temi spinosi, ha dato voce e spazio pericolosamente e radicalmente a corpi e desideri inespressi.

Curato da Paolo di Paolo, in collaborazione con Gender Bender Festival, il ciclo di eventi darà spazio a chi della parola scritta ha fatto una ragione di vita mettendoli di fronte ai lettori e ai loro pensieri.