Bologna, 6 dicembre 2017 – Quando la festa cade di venerdì il popolo non può che esultare e, con il ponte dell'Immacolata in arrivo, il fine settimana bolognese si arricchisce di una giornata, da passare come sempre tra arte, spettacoli e una scorpacciata di party e concerti, senza dimenticare il gran finale del Motor Show.

Giovedì 7, allora, nella vigilia di una mattinata che molti passeranno sotto le coperte, si comincerà proprio da un'esposizione nuova di zecca, con gli spazi del Museo e dell'Oratorio di Santa Maria della Vita a fare da sfondo alle tele degli avanguardisti italiani a Parigi, da Paresce a Campigli e da De Chirico a De Pisis. Il MAMbo, invece, si dedicherà alla vita e all'opera di Roberto Daolio, fra lavori e documenti inediti, mentre sul fronte teatrale, accanto alla riproposizione di “Totò e Vicè” all'Arena del Sole, terrà banco, al Raum, la performance del coreografo Peter Mills. Dopo una speciale edizione del “Black Trek” notturno targato Vitruvio, poi, il volume della musica inizierà ad alzarsi, a partire dai live di The Pretty Things ed Ex-Otago, sui palchi del Freakout Club e di un Estragon in versione “Europavox Bologna”. Il Locomotiv Club, dal canto suo, lascerà spazio al pop stravagante di Hercules & Love Affair e l'ospite d'onore del Nero Factory sarà la sassofonista Laura Agnusdei. La festa, infine, perderà il controllo nella notte, soprattutto grazie all'arrivo di Sven Vath al Numa, ma non vanno trascurati nemmeno il “Marionet” dello Studio54 e lo scatenato “Roots Balera” dell'Arteria. 

Meteo Emilia Romagna, gelo nel ponte dell’Immacolata


Venerdì 8, nel giorno consacrato al dogma dell'Immacolata Concezione di Maria, cadrà anche la festa di Santa Barbara, protettrice dei Vigili del Fuoco, e i pompieri, allora, invaderanno piazza Maggiore per la gioia di tutti quei bambini che sognano da sempre di emularli. La platea cittadina più affollata, invece, sarà quella del Teatri di Vita, dove sarà rappresentato il dramma di Lucia Calamaro intitolato “La vita ferma: sguardi sul dolore del ricordo”, con l'associazione Vitruvio impegnata, nel frattempo, a fare la spola tra Santo Stefano, la Montagnola e i Bagni di Mario. Se si parla di musica, poi, gli appuntamenti clou saranno quello con un “Europavox Bologna” di casa, questa volta, al foyer del Teatro Comunale, e quello, al Locomotiv Club, con la cantautrice Cristina Donà. Al Covo Club, inoltre, arriverà l'hip-hop di Mudimbi, contemporaneamente alle “Eruzioni” del Mercato Sonato e al live dei Poison Ivies del Fucina 209, mentre il Nero Factory sarà la casa di Fabio Testoni, che nei panni di Dandy Bestia reggeva la chitarra dei mitici Skiantos. I nottambuli, non contenti, potranno scegliere tra la “Interplanetary Music” del Nero Factory e le ore piccole del party “Your Love”, allo Studio54.

Per sabato 9, i primi consigli parlano di musei, in una mattinata da trascorrere alla stupefacente The Wall di Palazzo Belloni o, insieme alle guide di Vitruvio, in una visita guidata de “La mostra sospesa” di Palazzo Pepoli, che se la giocherà con l'emozionante “Caccia fotografica” in salsa vitruviana. Lo spettacolo del giorno, invece, saranno le “Storie della Bassa” di Vito Bicocchi, di scena al Tag di Granarolo. Un tris imperdibile di concerti, poi, sarà formato dalle esibizioni Husky Loops e Alternative Station, che si divideranno i riflettori del Covo Club, dal live di Samuel all'Estragon e da Mèsico e Dj Morra, pronti ad animare il Nero Factory. La nottata di sabato, però, sarà più lunga delle altre, grazie, in particolare, al “Circoloco” dell'Unipol Arena, in puro stile ibizenco, al “Werkstatt#01” del Kindergarten e alla notte “Habitat” dell'AtelierSì. senza dimenticare l'adrenalina del Memorial Bettega, gran finale del Motor Show. Se tutto questo non bastasse, ricordiamo la presenza, al Locomotiv Club, di una leggenda della scena funk come Amp Fiddler, seguita, allo Studio54, da una serata gestita da Rou & Friends.

Domenica 10, tra chi tirerà il fiato e chi avrà ancora di divertirsi, le passeggiate cittadine partiranno, grazie a Succede solo a Bologna, da un'inusuale colazione ai Bagni di Mario (guarda qui le foto) e da una speciale visita alla Cripta di San Zama. I più avventurosi, dal canto loro, potranno lanciarsi nel trekking “C'era una volta il mare”, sulla cima del Monte Adone, con i golosi già proiettati sulle sagre della provincia. Il riposo domenicale, poi, porterà Vitruvio tra il ventre umido di Bologna e la magia di San Petronio, mentre il giorno di festa del Mercato Sonato sarà una gioia per i più piccoli, come il tour per famiglie della “Duchamp, Magritte, Dalì” di Palazzo Albergati. Le armonie classiche, invece, saranno affidate a un nuovo appuntamento, nella chiesa dei Ss. Bartolomeo e Gaetano, con “Avvento in Musica”, mentre la “Macondo Sunday” allieterà la serata degli affezionati di via del Pratello.