Bologna / Ancona / Ascoli / Cesena / Civitanova Marche / Fano / Fermo / Ferrara / Forli / Imola / Macerata / Modena / Pesaro / Ravenna / Reggio Emilia / Rimini / Rovigo

Arrestato killer Usa Si nascondeva in città

Blitz dei carabinieri

Miguel Torres, alias Rene Rondon, era tra i 15 uomini più ricercati d’America

Carabinieri in azione
Bologna, il momento dell'arresto del killer Usa Miguel Torres

Bologna, 16 marzo 2013 - SI ERA NASCOSTO a Bologna, lontano dagli occhi degli U.S. Marshall che l’avevano inserito nella lista dei quindici uomini più ricercati d’America. Ma alla fine Miguel Torres, 42 anni, è stato scovato dall’intelligence e arrestato ieri mattina dai carabinieri del nucleo investigativo di Bologna. Un arresto che ha del clamoroso, dato che Torres, sin dal 2005, è sempre riuscito a scappare alle forze dell’ordine americane, tanto da diventare uno dei latitanti più famosi degli States. Il suo reato: l’omicidio efferato della moglie Barbara, freddata con un solo colpo alla nuca in un parcheggio della contea di Berks in Pennsylvania.

 

NON è ancora chiaro dove si nascondesse Miguel Torres in città, ma nella notte tra giovedì e venerdì le autorità statunitensi hanno scoperto il suo nascondiglio e l’hanno comunicato ai colleghi italiani. Torres si nascondeva utilizzando uno pseudonimo: Rene Rondon. Così era conosciuto in città.
Il blitz dell’Arma è andato in scena attorno alle 7 di mattina, si apprende dai numerosi articoli comparsi già ieri sera sui siti americani. L’uomo è considerato pericolossissimo negli Usa, tanto che per chiunque avesse avuto informazioni utili all’arresto le autorità avevano stanziato 25mila dollari di premio.

 

IL PASSATO criminale e la modalità dell’uxoricidio hanno reso tristemente celebre Torres, tanto da essere inserito tra i primi quindici ricercati più noti dello show televisivo America’s Most Wanted. Il motivo di questo delitto pare sia stata la separazione dalla moglie, e il successivo ordine di protezione di cui godeva la donna, proprio a fronte della natura violenta di Torres. Pochi giorni dopo avere ricevuto questa notizia Torres ha preso la chiave di riserva dell’automobile della moglie e l’ha aspettata nel sedile posteriore. Dopodiché l’ha freddata con un colpo di pistola alla nuca in pieno giorno e davanti a molti testimoni. Da quel momento è iniziata la sua fuga, approdata fino sotto le Due Torri e terminata con l’intervento dei carabinieri. Oggi le forze dell’ordine forniranno nuovi dettagli sull’arresto.

Condividi l'articolo
savoia
Offerte su volantino a bologna
Trova aziende e professionisti
Powered by ProntoImprese
  • Notizie Locali
  • il Resto del Carlino:
  • La Nazione
  • Il Giorno
  • Blog
Copyright © 2013 MONRIF NET S.r.l. - Dati societari - P.Iva 12741650159, a company of MONRIF GROUP