Bologna, 10 ottobre 2017 - Irregolari 71 dei 300 esercizi e locali pubblici ispezionati dai carabinieri del Nas di Bologna per controlli sulla sicurezza alimentare. E’ questo il bilancio dell’attività di vigilanza che ha interessato, oltre al capoluogo, l’intera riviera emiliano romagnola, e in particolare le province di Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini, nei mesi di luglio, agosto e settembre.

A essere messi sotto la lente dei Nas sono stati ristoranti, pizzerie, bar, esercizi di ristorazione etnica, gelaterie, stabilimenti balneari, villaggi turistici e campeggi. Sequestrate complessivamente circa 4 tonnellate di alimenti non idonei al consumo e privi di qualunque forma di tracciabilità. Ai 71 esercizi non in regola sono state comminate sanzioni per un totale di oltre 140.000 euro.