Bologna, 7 dicembre 2017 – È stata sospesa per un mese la licenza per la somministrazione di alimenti e bevande al bar ‘La Dolce Vita’ di via Mazzini 1. A partire da oggi. Colpa delle cattive frequentazioni, secondo la polizia.

Una nota della Questura, infatti, fa riferimento a un episodio accaduto ieri, quando “sono stati denunciati due cittadini marocchini, entrambi irregolari sul territorio nazionale e uno dei quali gravato da precedenti di polizia in materia di stupefacenti, perché trovati seduti a un tavolino del locale mentre stavano confezionando della sostanza stupefacente per il successivo spaccio”.

Non è tutto. Il provvedimento disposto dal questore e notificato oggi dal personale della divisione polizia amministrativa e sociale, “nasce anche in funzione dell’atteggiamento superficiale e passivo della titolare”. Ad esempio si cita un precedente provvedimento sospensivo della durata di 10 giorni, datato 15 febbraio, in virtù del quale la donna “avrebbe dovuto incrementare la sua attenzione e collaborazione con le forze dell’ordine”.