Bologna, 18 novembre 2017 - Un evento storico  storico, un ricordo affettuoso oppure, ancora, una ricorrenza. L’ottava edizione del premio fotografico Bper Banca e QN - il Resto del Carlino ha visto protagonisti gli ‘Anniversari: quando il passato incontra il futuro’. La partecipazione era riservata a studenti fra 14 e 25 anni. In palio tre borse di studio: 2000 euro al primo premio, 1500 al secondo e 1000 al terzo. A ciò si aggiunge il premio speciale per i 150 anni di Bper da 1000 euro e due premi di Arcaplanet e Ferrero. A presidiare la commissione il fotografo Nino Migliori.

Con lui il responsabile relazioni esterne Bper Eugenio Tangerini, il direttore di Qn - il Resto del Carlino Andrea Cangini, il vice direttore del Resto del Carlino Beppe Boni, il vice direttore di Bper Gian Enrico Venturini, il responsabile cultura del Carlino Andrea Maioli, Cristina Solmi ufficio relazioni esterne Bper, Davide Lamagni media relations di Bper e Pierluigi Masini, direttore progetti e iniziative Poligrafici Editoriale.

Il gradino più alto del podio è andato a Elisabetta Tirelli, 20enne di Scandiano, nel Reggiano, con ‘Semplice’: un casolare di campagna ieri e oggi. «L’originale soluzione conferisce all’opera un’aura di struggente semplicità e bellezza» spiega la commissione. Seconda classificata Chiara Natalie Focacci, 23enne di Firenze, che in ‘Alla ricerca del futuro’ immortala due donne nel cortile della chiesa di Santa Croce a Firenze: «Verso quale futuro condurrà la teoria delle colonne e degli archi in cui la presenza delle figurine in controluce sembra voler guidare il cammino di chi osserva?» è la motivazione. Chiude il podio Francesca Gibertoni, 21enne di Reggio: suo ‘Il giorno della Liberazione’, in cui la nonna si prepara a esporre il tricolore il 25 aprile.

E il premio sta in «quelle mani antiche e sapienti che preparano un rito carico di significati sospeso tra passato e futuro». Il premio speciale per i 150 anni di Bper è andato al bolognese 21enne Carlo Maria Crespi Perellino, che ha immortalato la città eterna in ‘LightRome’: «Uno scenario notturno che dona lunghi attimi di movimento e quiete» scrive la commissione. La foto più curiosa, premiata da Arcaplanet, è ‘Il cane e il Natale’ di Francesco Livi, 25enne di Piombino, nel Livornese. «Dentro una girandola di luci e colori nella vetrina di Natale, fuori uno spettatore insolito». E il premio Ferrero alla menzione speciale di Nino Migliori: ‘Luci nella notte’ del 22enne Andrea Pierozzi di Montevarchi, nell’Aretino. «Due fasci di calda luce gialla, sprigionati da un palco adagiato come un’astronave». La premiazione si terrà il 30 novembre alle 17.30 al teatro della Fondazione Collegio San Carlo 5 a Modena. Poi gli scatti più belli saranno esposti nella sede di Modena di Bper Banca.