Bologna, 13 gennaio 2018 - Due arresti all'ex Manifattura Tabacchi, a Bologna. A finire nei guai, due magrebini per per concorso in detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale. 
I carabinieri stavano controllando la zona, in stato di abbandono da anni, in cui è noto che gli spacciatori vendono droga attraverso la recinzione del fabbricato.

Vedendo i militari, in diversi si sono dati alla fuga. Con l'ausilio di due pattuglie in più, i carabinieri hanno scoperto, in uno degli edifici abbandonati,  un covo di stranieri seduti a un tavolo che stavano confezionando la droga. Alcuni sono scappati, due sono stati arrestati: si tratta di un 26enne algerino e di un 33enne marocchino.


Perquisiti, i due magrebini, clandestini e con precedenti di polizia, sono stati trovati in possesso, complessivamente, di circa duemila euro in contanti e 23 grammi di cocaina