Bologna, 3 gennaio 2018 - Lotta alla droga, piccoli spacciatori finiscono nelle mani della polizia. Stava uscendo da una tabaccheria di via Petroni, in piena zona universitaria di Bologna, ma quando ha visto i poliziotti della volante è rientrato di corsa tentando di nascondersi. La fuga, però, non gli è riuscita, e alla fine gli agenti, che nella stanzetta in cui si era nascosto hanno trovato 10,02 grammi di hashish e 4,51 di cocaina, hanno denunciato il giovane, un tunisino nato nel 1995 e irregolare sul territorio, per detenzione ai fini di spaccio, inottemperanza all'ordine di espulsione e ricettazione, visto che aveva con sé un cellulare di cui non conosceva il codice Pin.


In realtà il primo obiettivo dei poliziotti era un suo connazionale nato nel 1989, che gli agenti avevano deciso di controllare dopo averlo visto uscire dal bar con fare sospetto intorno alle 20.20 di ieri sera. L'uomo, infatti, non aveva documenti ed era a sua volta destinatario di un ordine di espulsione, in quanto irregolare sul territorio. Per lui è ovviamente scattata la denuncia per inottemperanza, ma il blitz della Polizia non è finito lì, perché gli agenti hanno notato il 23enne che tentava di nascondersi nella stanzetta e hanno deciso di controllarlo, scoprendo prima il cellulare e poi la droga, che l'uomo aveva cercato di nascondere in un mobiletto.

I poliziotti, però lo avevano sentito chiudere a chiave il mobile, e infatti hanno trovato, all'interno, un tovagliolo contenente 16 involucri di plastica con i 4,51 grammi di cocaina, e a terra hanno scoperto un altro tovagliolo contenente il frammento da 19,02 grammi di hashish.

Sempre in zona universitaria, tra via Zamboni e piazza Rossini, alle 21.40 di ieri sera gli agenti del commissariato Due Torri-San Francesco hanno denunciato per detenzione ai fini di spaccio un gambiano nato nel '96. Il giovane, il cui permesso di soggiorno è scaduto, alla vista degli agenti ha inforcato la bicicletta, dirigendosi verso le Due Torri, ma è stato fermato in via De' Giudei.

Lì i poliziotti lo hanno controllato, trovandogli addosso 5,91 grammi di marijuana e quattro banconote da cinque euro stropicciate, probabilmente incassate spacciando, dato che il giovane risulta disoccupato. Per lui, alla fine, è scattata la denuncia, accompagnata dall'invito a regolarizzare la propria posizione.