Cronaca

Abbagli, sbagli, disguidi, equivoci, omissioni, fallimenti, inesattezze, difetti, malintesi, sviste, lacune, strafalcioni, cantonate, insuccessi e cadute: ecco il comune denominatore dell'umanità... l'errore! Nella sua terza edizione, il 28 e il 29 febbraio sotto le Due Torri, un articolato programma dedicato all'errore come possibilità di crescita e riflessione filosofica.

L'evento quest'anno è dedicato al potere: il simbolo sulla locandina (GUARDA) doveva essere una croce uncinata al contrario su sfondo rosa, ma è diventato un pugno chiuso intorno a una margherita. L'ideatrice Clelia Sedda puntava a recuperare l'antico significato orientale della svastica, ma il suo potere evocativo del nazista ha provocato un corto circuito con il Comune, tra i patrocinatori. E il manifesto è stato cambiato.

Lunedì una grande festa di compleanno dedicata ai nati sbagliati del 29 febbraio in via San Rocco (sfoglia tutto il programma). 

ALTRE FOTO L'edizione 2015: errori e medicina

Sport Tech Benessere Moda Magazine