Bologna, 19 giugno 2017 - C'è anche Gianmarco De Pieri, storico leader del Tpo e candidato alle ultime elezioni con Coalizione Civica per un posto in consiglio comunale, tra i sei condannati per reati commessi durante una manifestazione nel 2013 in piazza dell'Unità, una protesta contro un'iniziativa di Forza Nuova.

Tra le contestazioni per i sei attivisti dei centri sociali c'erano il getto di cose pericolose e il travisamento, reati contravvenzionali. La pena più alta inflitta dal giudice Silvia Monari è stata un anno e quindici giorni. Ad un anno è stato condannato De Pieri solo per travisamento: per lui il Pm in udienza aveva chiesto l'assoluzione. Il suo difensore, l'avvocato Elia De Caro, annuncia appello.