Bologna, 1 aprile 2017 – Svastiche, scritte inneggianti al periodo fascista, contro neri e immigrati. Sono quelle comparse stanotte verso l’1 sotto il portico di piazza Roosevelt, di fronte alla Prefettura e a due passi dalla Questura. 

Gli autori delle scritte, due bolognesi, marito e moglie, rispettivamente di 54 e 57 anni, però, sono stati notati dalla polizia mentre imbrattavano il muro e sono stati fermati. Mentre gli agenti procedevano al controllo, i due hanno continuato a inneggiare Mussolini e a gridare insulti contro neri e immigrati. Il cinquantaquattrenne e il cinquantasettenne, alla fine, sono stati denunciati per imbrattamento.