Bologna, 5 dicembre 2016 – Fugge dopo il furto messo a segno in un appartamento al secondo piano, cade dal terrazzo, rimane tramortito e i carabinieri lo arrestano.

Ha riportato diverse lesioni e la frattura scomposta del bacino il ladro-funambolo che domenica sera a Casalecchio era riuscito a rubare dei preziosi al secondo piano di un palazzo signorile nei pressi della centralissima via Garibaldi.

Vittima di questo incidente ‘sul lavoro’, che per poco non gli costava la vita, è un 36enne di origine albanese residente a Casalecchio, con numerosi precedenti specifici nello stesso ramo criminale, che si era arrampicato fino al secondo piano dello stabile risalendo da terrazza a terrazza fino a raggiungere una porta-finestra dove poi ha forzato la serratura servendosi di due grossi cacciaviti.

Una volta all’interno aveva avuto appena il tempo di scovare e intascare una catenina d’oro, quando è la proprietaria, che era uscita per votare, è rientrata in casa. Nella concitazione della fuga il topo di appartamento ha tentato il salto (o forse è scivolato) fino al cortile sottostante.

Impresa non riuscita, tanto che quando sono arrivati i carabinieri lo hanno trovato ancora a terra, privo di sensi, in condizioni critiche. Soccorso dai sanitari del 118 e trasportato all’ospedale Maggiore: gli sono state riscontrate diverse lesioni, la più grave è la frattura del bacino, con prognosi di diverse settimane.

I carabinieri lo hanno arrestato e hanno recuperato la refurtiva che è stata subito restituita alla legittima proprietaria.