Bologna, 12 settembre 2017 - Con due interventi complessi di chirurgia dell’intestino di circa otto ore ciascuno, e quattro di chirurgia ortopedica, due dei quali di protesi d’anca, sono riprese ieri a pieno regime le attività del blocco operatorio, della Terapia intensiva, della Chirurgia generale e dell’Ortopedia dell’Ospedale di Bentivoglio, temporaneamente trasferite al Maggiore nel periodo estivo per consentire lavori di ristrutturazione.

Gli interventi principali hanno riguardato i nuovi pavimenti realizzati con piastre in PVC rinforzato per il blocco operatorio, la Chirurgia e la Terapia intensiva e la completa pulizia e sanificazione dei canali dell’impianto di condizionamento dell’aria, per un valore complessivo di 271mila euro. I lavori di ristrutturazione, 'completati senza alcun ritardo, non hanno creato disagi ai cittadini e le attività delle unità operative coinvolte non si sono mai interrotte', sottolinea l’Ausl. Le equipe di Chirurgia, Anestesia e Ortopedia dell’Ospedale di Bentivoglio hanno operato, infatti, al Maggiore, 'garantendo tutte le prestazioni programmate e urgenti'.

La ristrutturazione del blocco operatorio 'conferma la vocazione dell’Ospedale a svolgere un ruolo crescente per gli interventi di chirurgia generale di medio-alta complessità nell’ambito del riassetto della rete chirurgica dell’area metropolitana'.

Entro settembre, inoltre, prenderanno il via i lavori preparatori per la realizzazione del nuovo Pronto soccorso, per un investimento di circa 600mila euro. Ovvero: eliminazione e riprogettazione delle tubature dell’acqua, del gas e delle fognature in maniera da consentire lo scavo delle nuova fondamenta, demolizione dell’attuale stazione di rigenerazione dell’ambulanza e la contestuale costruzione di quella nuova. I lavori si protrarranno per qualche mese sino all’avvio, a febbraio 2018, del cantiere per la realizzazione del nuovo Pronto Soccorso.

La gara per il nuovo Pronto Soccorso, infatti, è già stata bandita e si concluderà entro dicembre con l’aggiudicazione.