Bologna, 4 marzo 2016 - Il ricordo di Lucio Dalla torna a rivivere in piazza de' Celestini e lungo tutta via D’Azeglio attraverso le sue canzoni e le parole di chi lo ha conosciuto e amato.

È cosi che la fondazione che porta il nome dell’artista bolognese ha deciso di accompagnare la presentazione della statua in bronzo raffigurante Lucio Dalla seduto sulla panchina (foto) che da oggi e fino al 31 marzo è installata in piazza de' Celestini.

"Questa piazza è stata trasformata in una piccola galleria d’arte con l’ombra raffigurante Lucio e ora anche questa panchina", commenta Giorgio Comaschi nei panni del presentatore dell’inaugurazione.

Tra le persone accorsa per rendere omaggio a Dalla qualcuno mostra lo striscione ‘Lucio sei unico’, ma è sulle notte di Piazza Grande che la folla si unisce cantando come una sola voce.

"Essere qui di fianco a Lucio mi ha dato una energia incredibile", commenta Tullio Ferro, autore delle musiche di alcune canzoni di Dalla, dopo aver finito di suonare Com’è profondo il mare.