Bologna, 10 novembre 2017 - La lotta al parcheggio selvaggio in via Triumvirato con l’introduzione, circa sei mesi fa, della sosta oraria, “ha funzionato”. La Polizia municipale da maggio ha elevato 1.100 multe a viaggiatori dell’aeroporto che, per evitare di lasciare la propria auto nei parcheggi dello scalo, le posteggiano, anche per diversi giorni, lungo la strada che porta al Marconi e nelle vie laterali, creando problemi, però, ai residenti della zona.

In realtà, spiega l’assessore alla Mobilità, Irene Priolo, alla commissione Trasporti del Comune, “il fenomeno si è spostato più verso la via Emilia”. Insomma, c’è chi è disposto a farsi una camminata davvero lunga pur di risparmiare i soldi del parcheggio. Per questo, annuncia l’assessore, “bisognerà pensare di estendere il provvedimento”. Fin qui si è pensato di regolamentare tramite disco orario, con limitazione due ore tra le 9 e le 11 e tra le 16 e le 18, la sosta dei non residenti in via della Birra, via Berleta, via Ottaviano, via Marco Antonio, via Traversa, via Magellano, via Fava.

In via del Triumvirato la sosta oraria riguarda il tratto con i numeri civici dal 52/3 al 58, dal 105 al 121 e dal 22/3 al 22/4. Nel tratto di via dalla Ferrovia alla rotonda Faccioli il limite della sosta con disco orario è di un’ora, senza eccezione per i residenti. Evidentemente, però, non basta, perché il parcheggio selvaggio, per non incorrere nelle sanzioni, si è spostato più indietro, costringendo il Comune ad un nuovo intervento per regolare la sosta.

Aeroporto, guida ai parcheggi - Il turista snobba il Blq e cerca Birra