Bologna, 21 ottobre 2017 - Il murales di via Majorana continua a dividere il Quartiere. Dopo le polemiche dei giorni scorsi, quando alcuni residenti hanno denunciato penalmente l’associazione Serendippo, responsabile dei lavori, per imbrattamento, molti dei bolognesi che vivono nella zona hanno deciso di scendere letteralmente in strada per sostenere l’opera d’arte e i writers che l’hanno disegnata.

Ieri pomeriggio alle 17 il primo raduno, organizzato in pochissime ore, che ha visto più di una decina di residenti raggrupparsi all’angolo con via Mascarella per riflettere insieme, discutere e proporre alcune soluzioni da adottare nei prossimi giorni. La stessa iniziativa replicherà oggi alle 18: l’evento ‘Sosteniamo Serendippo’ conta su Facebook già 30 partecipanti, che “sperano di far sentire tutto il proprio apprezzamento e il sostegno agli artisti che stavano realizzando il murales, all’associazione e alla referente Etta Politico, che ha organizzato i lavori”.

Ma fermandosi per qualche minuto ad ammirare il nuovo murales è difficile incrociare residenti indignati o semplicemente contrari al disegno. Proprio di fronte al murales si trova ‘Arte tecnica cornici’, un piccolo esercizio che si occupa della produzione di cornici, quadri e specchi. “Non c’è bisogno che io racconti cosa c’era scritto prima su questo muro, proprio davanti al mio negozio – racconta Guido Babbi, il titolare –. Erano davvero frasi irripetibili, una schifezza enorme. Ora abbiamo un bel disegno e trovo davvero assurdo che qualcuno possa lamentarsi di un lavoro del genere, realizzato peraltro senza la minima spesa”.

Il beneplacito arriva sia da chi abita nelle immediate vicinanze del disegno, sia da chi vive in altre zone della città. “Io vivo in via del Guasto – racconta Paola Gritti – dove l’associazione Serendippo si è occupata di lavori simili per riqualificare la via prima dell’arrivo del Guasto village. Stiamo parlando di interventi di rimessa in sesto della città, e c’è qualcuno che tratta gli autori come dei criminali. Vorrei che queste persone riflettessero su com’era prima dell’azione di Serendippo il muro della strada dove abito o quello di via Majorana”. Domani, dalle 10 fino alla sera, si svolgerà la festa di strada di via Mascarella, durante la quale era prevista la conclusione dei lavori del murales, lasciati momentaneamente in sospeso.