Pieve di Cento (Bologna), 13 febbraio 2018 – Aveva perso tutti i soldi alle slot del bar ma la sua ossessione per il gioco d'azzardo gli ha impedito di smettere e andare finalmente a casa. L'uomo, invece, ha approfittato della temporanea assenza della barista per rubare il fondo cassa dal registratore, circa 70 euro, e – puntualmente – rimettersi a giocare.

I protagonisti avvenuta nella poco dopo mezzanotte, sono una donna di 44 anni cinese e un marocchino di 40 che, affrontato dalla barista l'ha anche minacciata con frasi tipo “Ti taglio la gola e ti brucio il bar” per poi aggredirla, ferendola a una mano.

I carabinieri di San Giovanni in Persiceto, chiamati dalla donna, hanno arrestato il marocchino, residente a Castello d’Argile, per rapina impropria. Ha vari precedenti per reati contro la persona e il patrimonio ed è affetto da ludopatia e alcolismo. Ora è in carcere.