Bologna, 10 novembre 2017 - Porte chiuse nei negozi contro l'inquinamento. Il Comune sta per emanare un’ordinanza per obbligare i commercianti a tenere chiuse le porte dei loro negozi così da evitare dispersioni di calore durante la stagione fredda. E per chi sgarra arrivano le sanzioni.

"Nei prossimi giorni- spiega, durante il question time in Comune, l'assessore all'Ambiente, Valentina Orioli – sarà finalmente operativa l'ordinanza che vieta agli esercizi commerciali di tenere le porte aperte". Per dare "piena legittimità a questo provvedimento – precisa Orioli - abbiamo atteso l'approvazione del piano regionale sulla qualità dell'aria (Pair). Questo per consentire alla Polizia Municipale di "effettuare controlli e sanzioni".

La questione delle porte aperte dei negozi, afferma l'assessore, "ci sembra molto rilevante perché le attività commerciali sono una parte fondamentale dell'immagine della città e possono contribuire alla diffusione di una sempre maggiore consapevolezza sui temi ambientali ed energetici. Oltre alla promozione e al radicamento di comportamenti virtuosi". Per queste ragioni «confidiamo nella comprensione di questo provvedimento, e nella piena collaborazione di tutti alla sua attuazione".

Per sensibilizzare le categorie economiche sull'argomento il Comune ha inviato una comunicazione ad hoc. "Lettere che vogliono raggiungere, attraverso le associazioni degli amministratori condominiali e le associazioni rappresentanti delle principali categorie economiche, una platea quanto più possibile ampia di destinatari".